Economia

Alemanno avverte: "Stipendi dei dipendenti capitolini a rischio"

Problema di cassa in Campidoglio. Alemanno denuncia l'assenza di fondi che rimangono "bloccati a livello statale". In pericolo le buste paga dei dipendenti e i pagamenti a ditte e fornitori

Stipendi dei dipendenti capitolini a rischio, ma non solo: a rischio sono anche i pagamenti che l'amministrazione deve a fornitori ed aziende.
A renderlo noto è proprio il sindaco Alemanno che avverte senza perifrasi: “C'è un problema di cassa. Non arrivano le risorse perché rimangono bloccate a livello statale.”

Questa dunque la situazione, non certo rosea, prospettata da Alemanno che da tempo si barcamena in una lotta tra bilanci, debiti e fondi da far giungere nella città eterna. Il problema non è da poco e a rischiare sono in molti. Alemanno non ha spiegato in che termini e in che quantità siano a rischio le buste paga ma, al momento, ha solo preannunciato il problema.

Problema che non deriva dai fondi, già inseriti nel bilancio 2012, ma da alcuni crediti che il Campidoglio vanta, per esempio, nei confronti della Regione. Spiega il sindaco: “ttendiamo 1,2 miliardi da parte della Regione Lazio ma bisogna spezzare una lancia a favore di Renata Polverini che a sua volta aspetta altri 2 miliardi. E' un gioco di non trasferimenti che parte dalle Stato e arriva fino a noi che però siamo gli ultimi anelli della catena e prendiamo schiaffi da tutti."

Alemanno quindi spera nella trattativa con il Governo affinché giungano nuovi aiuti per arrivare a fine anno e annuncia: "Avremo una carenza di liquidità tra settembre-ottobre."
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno avverte: "Stipendi dei dipendenti capitolini a rischio"

RomaToday è in caricamento