rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Economia Fiumicino / Via dell'Aeroporto di Fiumicino

Il contratto non è stato firmato ma intanto l'Airport Handling inaugura il suo quartier generale a Fiumicino

La società del gruppo arabo dnata è una delle tre società assegnatarie dei servizi a terra nello scalo aeroportuale romano

Anche se servirà attendere il 18 giugno per scrivere (forse) la parola fine di questa lunga vicenda, l’Airport Handling, società del gruppo dnata, ha recentemente inaugurato i suoi nuovi uffici presso l’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Parliamo della società della galassia Emirates vincitrice del bando per la gestione settennale dei servizi a terra presso lo scalo romano insieme a Aviapartner e Aviation Service. Il contratto con Aeroporti di Roma, però, non è stato ancora firmato. La Swissport, società svizzera che gestisce, attualmente, l’handling dal 2022 per conto di Alitalia Sai in amministrazione controllata, è rimasta esclusa dalla gara presentando, quindi, ricorso al Tar del Lazio.

Nuovi uffici

Così, in attesa di sapere come si concluderà la vicenda giudiziaria, l’Airport Handling, che già in passato aveva annunciato la futura assunzione di 1.800 lavoratori, ha fatto sapere di aver inaugurato il suo nuovo quartier generale a Fiumicino. “La struttura – si legge in una nota - rientra nell’investimento multimilionario della società, che comprende un investimento pianificato per oltre 20 milioni di euro in attrezzature avanzate per il supporto a terra (GSE), a seguito dell’aggiudicazione della gara per i servizi di assistenza a terra nello scalo di Roma”. L’aggiudicazione, ovviamente, c’è stata visto che la gara è chiusa ma, almeno per il momento, i nuovi contratti non sono stati firmati. I locali si trovano presso la Torre 2 dell’aeroporto di Fiumicino, “i nuovi uffici consentiranno al management della compagnia di coordinare le operazioni e garantire servizi di elevata qualità ai clienti delle compagnie aeree”.

Avvio delle attività

Nel comunicato l’Airport Handling dice di voler “avviare le operazioni presso l’aeroporto di Roma nella seconda metà del 2024 e, al momento, prevede di impiegare oltre 1.800 operatori con elevata professionalità acquisita nel settore aeroportuale”. La data indicata, ovviamente, non è casuale. Il ricorso della Swissport, infatti, si sarebbe dovuto discutere a marzo ma il Tar ha deciso di rimandare tutto al 18 giugno, quasi all’inizio della stagione estiva . “Le prime assunzioni – scrive ancora Airport Handling - hanno già portato all’inserimento di un primo gruppo manageriale, selezionato localmente, con una vasta competenza ed esperienza nel mercato romano”.

Attrezzature e veicoli

Non solo assunzioni e nuovi locali. Sempre a partire da giugno, ci sarà la “consegna della nuova flotta di attrezzature di Airport Handling destinata alle operazioni presso l’aeroporto di Roma Fiumicino”, materiale che “comprende sia veicoli elettrici che alimentati con carburante HVO”.

Alberto Morosi, CEO di Airport Handling, ha dichiarato: “L'apertura dei nostri nuovi uffici segna un traguardo importante e sottolinea il nostro impegno ad avviare quanto prima i servizi a Roma Fiumicino; nei prossimi mesi investiremo ulteriormente e a lungo termine in risorse, infrastrutture e attrezzature. Non vediamo l’ora di fornire i nostri elevati standard di qualità ai clienti, sia nuovi che di lunga data, in un altro importante hub aeroportuale italiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il contratto non è stato firmato ma intanto l'Airport Handling inaugura il suo quartier generale a Fiumicino

RomaToday è in caricamento