Economia

Vacanze in tempo di crisi: cede l'affitto dietro l'angolo

Molti gli appartamenti sfitti da Fregene ad Ostia. A partire da Anzio però la situazione cambia: per agosto è già tutto esaurito su tutto il litorale Pontino. Benissimo invece Sabaudia e San Felice Circeo

Ferie a rate, viaggi “last minute” e case in affitto sul litorale laziale anche solo per una settimana. Questi gli effetti della recessione economica sulle vacanze dei romani. Il mercato turistico degli affitti stagionali lungo il litorale laziale Nord tentenna e a metà estate il 30% dell’offerta delle seconde case rimane ancora sfitto, favorendo la sforbiciata dei canoni sul “last minute”. I romani preferiscono le gite al mare mordi e fuggi, rincasando a sera nella capitale assediata dalla canicola. Al massimo soggiornano per qualche giorno e a Ferragosto e alle vicine spiagge di Ostia e Fregene preferiscono lidi più lontani.

A Santa Marinella, tradizionale meta a medio raggio dei romani per i soggiorni balneari, la crisi si fa sentire, rispetto agli anni passati. In piena estate la richiesta degli appartamenti in locazione ancora langue. “Abbiamo il 30% delle case del nostro portafoglio rimaste sfitte a metà luglio,  confida il titolare dell’Agenzia Mazzei di Santa Marinella. “Per agosto le richieste ci sono ma comunque gran parte degli appartamenti disponibili sono liberi. La gente preferisce gite da pendolari, di andata e ritorno in un giorno.”

“Toccata e fuga” per sfuggire alla canicola della capitale, oppure si ripiega sul “last minute”, approfittando dei saldi anche sulla casa per le vacanze. “Ovvio che le quotazioni dei fitti per le case rimaste libere scendono all’ultimo minuto, ad esempio da 1600 a 1200 € al mese”, chiariscono all’agenzia Mazzei. Tre camere, cucina e servizi costano a Santa Marinella in alta stagione dai 2400 ai 2800 € per un mese di soggiorno. Mentre a settembre la stessa tipologia è disponibile a  800 900 € al mese”, spiegano rassicurando prezzi fermi rispetto allo scorso anno.

Stessi prezzi a Fregene, la “perla del Tirreno” a due passi da Roma, dove ad agosto 2 camere letto 1 grande soggiorno con angolo cottura e terrazza si affitta a 2500 € utenze incluse, mentre per un taglio inferiore (soggiorno con angolo cottura, una camera e bagno) sempre ad agosto occorrono 1500 €.

Decisamente più caro il soggiorno a sud della capitale, a Sperlonga dove un appartamento vista mare costa 900 € a settimana a luglio, mentre l’affitto mensile sale a 3400 €, lievitando fino a 1300 € a settimana nel periodo centrale di agosto e a 4500 € per l’intero mese. Nettuno, fino ad oggi, si rivela la vera sorpresa dell’estate 2009, con la quasi totalità dei bilocali sul mercato già affittati dal 7 al 22 agosto, poi Anzio, privilegiata però da una clientela medio – alta.
Così come sulle spiagge dorate del pontino, dove la crisi non sembra ancora approdata. Anzi. “Le richieste e i prezzi sono in crescita, anche se è cambiato il modo di fare villeggiatura - sottolineano dalla ”Michelangelo Immobiliare” di Sperlonga. La clientela cerca affitti nel week end o per una settimana, massimo per 15 giorni.” Mentre a Sabaudia ed al Circeo, i nababbi la villa al mare se la sono accaparrata già a dicembre.
“Il mercato ristagna e ci sono ancora molte disponibilità”, riferisce Marina Fiorucci, titolare dell’omonima agenzia a Santa Severa. “I proprietari degli immobili si rendono conto che c’è crisi e per questo le richieste si sono ridimensionate di almeno il 10 % rispetto a un anno fa”.

Fregene si conferma il “mare più abbordabile” ma preferito solo in bassa stagione, secondo una tendenza consolidata, di migrare verso lidi remoti a Ferragosto.“Ad agosto qui non ci vengono, vanno a prenotare fuori. – confida l’operatrice della locale Agenzia Immobilhouse - Non abbiamo registrato un calo di richieste per gli altri periodi, maggio e giugno, ma una riduzione dei soggiorni, diminuiti dal mese di villeggiatura degli anni passati agli attuali 15 giorni, i più richiesti attualmente.”.

Trend confermato anche da Claudio Parenti, consulente Tecnocasa: “Purtroppo la recessione ha influito sulla decisione dei villeggianti di affittare solo per 15 giorni rispetto al mese tradizionale. Le località più richieste? In assoluto Terracina e San Felice Circeo, seguite da Santa Marinella e San Nicola, per i mesi di luglio e agosto. Fregene continua ad essere richiesta come meta balneare mentre gli affitti stagionali a Ostia da tempo sono ormai in calo. Ostia è ormai un mercato più residenziale che turistico, una cittadina che vive di vita propria. La tipologia più affittata è il soggiorno più 2 camere e servizi.”.

“I proprietari degli appartamenti in affitto stagionale conferma Giampiero Doneda di ”Alfa Lido” a Ostia hanno calato le tariffe anche del 20 per cento: qui manca la clientela”.

In leggera flessione rispetto allo scorso anno i canoni dei fitti per le case al mare, del 5% secondo Parenti, come pure secondo Guido Lodigiani, Direttore dell’Ufficio Studi Gabetti che dichiara come i tempi medi di soggiorno in affitto si siano accorciati addirittura ad una settimana. “Molti gli sfitti rimasti a giugno e a settembre. Più richiesti sono i bilocali, mentre i trilocali vengono più trascurati. Il last minute? Il più gettonato. Si prenota sempre più a ridosso del periodo di vacanza e anche le previsioni meteo influiscono.”. Per quanto riguarda le “case al mare in saldo” Lodigiani ritiene “difficile fare statistiche in proposito, sono diversi i comportamenti dei proprietari, a volte tengono duro e lasciano l'immobile vuoto, altre  accettano degli sconti.”.


Frenata la corsa immobiliare alle seconde case degli anni passati, oggi si preferisce anche prenotare su Internet, nel mare degli annunci immobiliari pubblicati non solo dalle agenzie ma anche dai  proprietari, che sempre più numerosi, mettono il proprio appartamento nella vetrina virtuale eludendo così la provvigione dell’agenzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze in tempo di crisi: cede l'affitto dietro l'angolo

RomaToday è in caricamento