rotate-mobile
Economia

Affitto e immobili pubblici: Roma spende più delle altre città laziali

I dati contenuti nel report della fondazione Gazzetta amministrativa della Repubblica italiana sui costi sostenuti dagli enti pubblici 

Una classifica dei costi relativi all’anno 2021 rivela che Roma è la città che ha speso di più per locazioni e immobili pubblici, quindi, il mantenimento di uffici e strutture. I dati sono contenuti nel report, realizzato per AdnKronos, della fondazione Gazzetta amministrativa della Repubblica italiana sui costi sostenuti dagli enti pubblici. 

Il metodo di ricerca

Il Centro Ricerche della Fondazione ha analizzato i dati finanziari ufficiali di ciascun ente pubblico e con l’utilizzo di algoritmi di ricerca scientifica ha individuato potenziali sprechi. Le spese dell'ente in relazione alle singole voci vengono confrontate con il benchmark di riferimento e, a seconda dei livelli di scostamento di spesa individuati, si evidenzia la ‘performance positiva’ (quando la spesa è inferiore o uguale alla media), ‘scostamento lieve’ (quando la spesa è compresa tra la spesa media e il 30% in più), ‘scostamento considerevole’ (quando la spesa è compresa tra lo scostamento lieve e il 100% in più), ‘spesa fuori controllo’ (quando la spesa supera di oltre il 100% la spesa media). Il rating - che si basa esclusivamente su dati contabili oggettivi scevri da qualsiasi valutazione discrezionale - assegna alla migliore performance la tripla 'A', mentre alla peggiore viene attribuita la lettera 'C'.

Roma si colloca in una posizione intermedia

Per la locazione di beni immobili e rating finale, Roma si colloca in una posizione intermedia su scala nazionale e ottiene ‘B’. Nell’anno 2021, la città di Roma ha speso per uffici e strutture 67.647.770,13 milioni di euro. La spesa per le altre città del Lazio si attesta su cifre più basse. Rieti conquista una doppia B con 259.010,94 €; per Viterbo classe B con 438.721,99 €. E ancora, Frosinone una doppia B con 215.902,45 €. Infine, Latina 321.629,44 € con AAA. 

Oltre 6 milioni di euro per il Lazio

Il Lazio ottiene una "BB" con 6 milioni 680mila 50,75 euro. In Italia, le Regioni più virtuose sono Basilicata, Lombardia e Piemonte: sono le uniche ad aggiudicarsi la "AAA", rispettivamente 14mila 305,9 euro, 82mila 715,2 euro e 364mila 642,48 euro. La Sicilia e l'Emilia Romagna sono le meno efficienti con un rating peggiore (C): la loro spesa si attesta, in ordine, su 15 milioni 654mila 938,61 euro e 10 milioni 711mila 599,24 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitto e immobili pubblici: Roma spende più delle altre città laziali

RomaToday è in caricamento