Economia

Ricavi in aumento e nuovi investimenti: la crescita di Acea targata Donnarumma

Tra i progetti futuri di Acea anche l’istallazione di smart meter di seconda generazione

Illuminazione Ponte Sant'Angelo - Acea

Dati in crescita per la municipalizzata Acea, con ricavi netti consolidati che registrano un +5% nel 2019 rispetto all’anno precedente e un incremento degli introiti del servizio idrico. Non ultimo il risultato della gestione finanziaria che, anche in questo caso, registra un dato in crescita. Per il terzo anno consecutivo Acea, municipalizzata al 51% guidata da tre anni dall'amministratore delegato Stefano Antonio Donnarumma, fa segnare risultati positivi e guarda al futuro con linee programmatiche orientate agli investimenti. Un programma di ampio respiro, che necessita di una continuità manageriale e quindi di una riconferma dei vertici. Conferme sulle quali, alla luce della fiducia maturata da Donnarumma in seno all'amministrazione capitolina, ma anche tra gli altri soci, sembrano esserci davvero pochi dubbi.

Vediamo quali sono i dati che hanno contraddistinto l’azienda nel 2019. I ricavi netti consolidati ammontano a 3.186 milioni di euro, in crescita di 158 milioni di euro (+5%) rispetto al 2018, principalmente a seguito dell’incremento dei ricavi del servizio idrico integrato +221 milioni di Euro). Il contributo delle aree industriali all’EBITDA consolidato (circa il 81% deriva da attività regolate) è così ripartito: Idrico 48%; Infrastrutture Energetiche 37%; Commerciale e Trading 7%; Ambiente 5%; Estero 2%; Ingegneria e Servizi 1%. Nel 2019, il risultato della gestione finanziaria, evidenzia oneri netti per 90 milioni di Euro, con un incremento di 7 milioni di Euro rispetto al 2018. Al 31 dicembre 2019 il costo globale medio all in del debito del Gruppo Aceaa si è attestato al 2,15% contro il 2,21% dell’anno precedente.

Nonostante l’emergenza dettata dal contrasto al Covid-19 e le paure dei mercati, l'ad Donnarumma guarda al futuro con tanta carne al fuoco. Dall’evoluzione tecnologica della rete con l’istallazione di smart meter di seconda generazione, agli investimenti destinati alla resilienza della rete, alla posa della fibra ottica e all’automazione avanzata della rete. Non solo, Acea intende rafforzarsi sviluppando un portafoglio di almeno 150MW di fotovoltaico attraverso la realizzazione di nuovi impianti. Nell’ambito della tutela della risorsa idrica, l’obiettivo è migliorare la qualità e l’efficienza del servizio offerto nei territori in cui l’azienda opera.

Nello specifico l’impegno riguarderà l’installazione di nuovi contatori intelligenti, la riduzione delle perdite della rete, la razionalizzazione degli impianti di depurazione e automazione degli stessi, il miglioramento degli indicatori della qualità tecnica e la messa in sicurezza dell’approvvigionamento idrico. Quanto all’ambiente, lo sviluppo di Acea si concentrerà sul rafforzamento del ciclo del trattamento dei rifiuti in coerenza con gli obiettivi di sviluppo di un’economia circolare, permettendo al Gruppo di entrare come operatore di rilievo nel trattamento e nel riciclo della carta e della plastica.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricavi in aumento e nuovi investimenti: la crescita di Acea targata Donnarumma

RomaToday è in caricamento