29 rinviati a giudizio per la "tangentopoli veliterna"

Dopo mesi di attesa è arrivata la decisione del Gup Alessandra Ilari della Procura di Velletri sul rinvio a giudizio nei confronti dei trentatre indagati coinvolti nella "tangentopoli" veliterna

L'inchiesta era partita nel gennaio del 2005 per una serie di appalti “facili” per manutenzioni, ristrutturazioni e opere pubbliche per un ammontare di circa 5 milioni di euro, pari a dieci miliardi di vecchie lire e aveva visto iscrivere sul registro degli indagati gli allora assessori ai lavori pubblici e al turismo e il primo cittadino Bruno Cesaroni, nonché vari dirigenti comunali e imprenditori veliterni.

Gli indagati Scifoni, Rizzuti, Mastrantonio e Di Cesare sono stati prosciolti da tutti i capi di imputazione, rinviati a giudizio, invece, gli altri ventinove coinvolti. Per molti di questi alcuni capi di imputazione sono caduti in prescrizione, poiché il fatto è avvenuto oltre i tempi limite previsti dalla legge, come per il capo di imputazione riguardante "Palazzo dei conservatori" che ha portato la prescrizione per gli indagati, Di Mario, per i tre fratelli Cecchini, Giancarlo Righini ex assessore ai Lavori pubblici, Grottola e Cariotti.

Rigettata la richiesta del Pubblico Ministero Giuseppe Taglialatela per l'inibizione dagli uffici pubblici e sequestro dei beni patrimoniali per l'indagato Alessandro Albertini, dirigente dell'ufficio tecnico comunale ai tempi dei fatti, che è stato però rinviato a giudizio per associazione a delinquere e abuso d'ufficio.

Particolarmente soddisfatto della decisione del Gup si è dichiarato Lamberto Trivelloni che ai tempi dei fatti contestati era assessore al turismo, al quale è stata tolta l'accusa di corruzione ed è stato rinviato a giudizio per associazione a delinquere e abuso d'ufficio e in una nota alla stampa dichiara la sua soddisfazione “Sono particolarmente soddisfatto della decisione del Gup Ilari, sono tranquillo perché ho fiducia nella giustizia”.

Prima udienza del processo di primo grado per i ventinove imputati si svolgerà il 7 luglio 2009 presso il Tribunale di Velletri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento