Sabato, 20 Luglio 2024
Dossier Il reportage

Pietre d’inciampo bruciate, svastiche sui muri. Ora la comunità ebraica romana ha paura

C’è chi nasconde la collana con la stella di David, chi non va più in sinagoga temendo attentati come quello del 1982. Ritratto di una comunità spaventata: “Clima d’odio e antisemitismo dopo i bombardamenti su Gaza. Roma ci vuole ancora?”

“Buongiorno, di qua trovo negozietti tipici?”. L’accento è evidentemente del nord, lo sguardo spaesato. Mentre il suo gruppone di turisti resta compatto, la signora si stacca e si guarda intorno all’ombra della Sinagoga di Roma, di fronte al portico d’Ottavia e a quella targa che ricorda il “sabato nero” del rastrellamento del ghetto del 16 ottobre 1943. 

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento