rotate-mobile
Dossier Rifiuti speciali

Altamente inquinante e pericoloso: Roma non sa smaltire il suo olio domestico

Un chilo di olio vegetale esausto arriva ad inquinare una superficie d’acqua di 1.000 m2, pari a 140 campi da calcio. E la Capitale non ha idea di dove mettere questo rifiuto

Si sa che a Roma il tema dei rifiuti è sempre all’ordine del giorno, ma ce n’è uno particolarmente inquinante che non riceve la giusta attenzione. Si tratta dell’olio domestico, quello delle fritture, delle scatolette, dei boccacci di importazione, dei sott’olio. Tutto quello che spesso finisce nello scarico dei lavandini perché nella Capitale non esiste campagna di comunicazione...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento