rotate-mobile
Dossier Mi licenzio

Le grandi dimissioni. Così la pandemia ha “svegliato” i lavoratori di Roma

La precarietà scaturita dal Pnrr, la crisi del posto fisso: perché sempre più romani scelgono di sbattere la porta. Solo nel 2022 sono stati quasi 162mila: “Il covid è stato uno spartiacque. La crisi che ne è derivata ha fatto capire l’importanza del lavoro equo”. Tutti i dati le storie di chi ha detto basta

A Roma e nel Lazio ci si dimette sempre di più. In un mondo del lavoro ogni giorno più stressante e precario, i numeri di chi se ne va salgono di anno in anno: non solo all’interno delle aziende private, ma anche nel pubblico, dove il sogno del posto fisso si è ormai infranto da tempo. 

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento