Dossier Criminalità

Roma, perché per i clan "la benzina è diventata più remunerativa della droga"

Dalle parole del collaboratore di giustizia detto 'O Lione' e dalle indagini della Dia, emerge come Roma sia epicentro del riciclaggio di denaro

"La benzina è diventata un affare più diffuso della droga". Le parole sono quelle di Umberto D'Amico, detto 'O Lione', ex personaggio del clan camorristico D'Amico-Mazzarella che dopo aver deciso di collaborare con la giustizia ha raccontato i retroscena con cui le organizzazioni criminali ripulivano denaro e Roma sia considerata una grande "lavatrice". 

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento