rotate-mobile
Dossier Morte per pena

Dentro Regina Coeli, "il carcere della morte"

La prigione nel centro di Roma ha 615 posti, ma ospita più di 1000 persone. Solo quest'anno nelle sue celle sono morti 6 detenuti, almeno 3 per suicidio: "Non abbiamo docce, acqua calda, riscaldamento. La detenzione è inumana"

Una cella della seconda sezione è chiusa a chiave, sbarrata. Un cartello appeso sulla porta blindata avvisa che l’area è sottoposta a sequestro: “Pochi mesi fa qui dentro si è suicidato un detenuto”, spiega la direttrice Claudia Clementi. Siamo a Regina Coeli, nel cuore di Roma. Il carcere della morte. Il carcere dove finisce l’umanità.

ABBONATI A DOSSIER PER LEGGERE IL RESTO DELL'ARTICOLO

Hai una segnalazione da fare al team Dossier? Vuoi denunciare una situazione poco trasparente? Scrivilo a dossier@romatoday.it

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento