rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Dossier Trasporti stupefacenti

Tavole da surf, banane e tappeti persiani. Così i narcos portano tonnellate di droga a Roma

Come nelle serie tv. Sono migliaia i carici di "merce" che dal Sud America, dai Balcani, dall'Asia e dall'Africa sbarcano nella Capitale per rifornire le piazze di spaccio romane. Ma come ci arrivano?

Una realtà che supera la fantasia. Sceneggiature degne delle fiction dei narcos colombiani e messicani. Attori e registi sono però veri. Droga, tonnellate di droga: cocaina, hashish, marijuana, eroina, metanfetamina, mdma, khat, yaba, gbl, bulbi di papavero, ossicodone, shaboo. Sono migliaia i carici di "merce" che dal Sud America, dai Balcani, dall'Asia e dall'Africa - via Spagna - arrivano nella Capitale per rifornire le migliaia di piazze di spaccio dove poi la sostanza stupefacente viene venduta e consumata al dettaglio.

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento