Cultura

Scuderie del Quirinale: 6mila visitatori in quattro giorni

Tra i capolavori presenti in mostra, la Salomé con la testa del Battista di Caravaggio, La Tunica di Giuseppe di Diego Velazquez e il Crocifisso del Bernini

Alle Scuderie del Quirinale 6 mila visitatori nei primi quattro giorni di apertura. Sono questi i numeri del pubblico che, tra il 14 e il 17 aprile in occasione delle festività Pasquali, si è recato nello spazio espositivo per visitare la mostra "Da Caravaggio a Bernini. Capolavori dei Seicento italiano nelle collezioni reali di Spagna", inaugurata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 13 aprile scorso.

La mostra, a cura di Gonzalo Redín Michaus e visitabile fino al 30 luglio, riflette attraverso una straordinaria selezione di capolavori artistici gli strettissimi legami politici e culturali intercorsi tra i due Paesi nel XVII secolo, periodo in cui il collezionismo spagnolo di arte italiana rilancia la tradizione iniziata nel Cinquecento con Carlo V.

Attraverso l’intermediazione di alti dignitari e il collezionismo diretto di Ambasciatori e Viceré, l’importazione di opere italiane in Spagna e il loro graduale confluire nelle Collezioni Reali contribuiscono a generare la nascita di un gusto e di una scuola nazionale che, con Diego Velázquez, conquisterà vette assolute della Storia dell’Arte europea. In questo assetto le figure di Caravaggio e di Bernini rappresentano i cardini su cui si sviluppano rispettivamente la prima e la seconda metà del secolo, tra Naturalismo, Classicismo e Barocco.

Tra i capolavori presenti in mostra, la Salomé con la testa del Battista di Caravaggio, La Tunica di Giuseppe di Diego Velazquez e il Crocifisso del Bernini, conservato al Monastero dell'Escorial di Madrid e raramente accessibile al pubblico fino a poco tempo fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuderie del Quirinale: 6mila visitatori in quattro giorni

RomaToday è in caricamento