Cultura

Avatar: ressa di vip per l'anteprima del film dell'anno

Atteso nelle sale il 15 gennaio, Avatar, il film più costoso della storia del cinema, è stato proiettato sabato all’Auditorium della Conciliazione di fronte ad una platea di vip. Ecco com'è andata

Foto di Francesca Cencetti
Dopo la presentazione alla stampa, il nuovo colossal americano di James Cameron, il regista di Titanic, è stato proiettato lo scorso sabato 9 gennaio all’Auditorium della Conciliazione di fronte ad una platea vip. Nelle sale arriverà il 15 gennaio, ma è già grand’attesa per il film che occuperà tutti gli schermi italiani 3D disponibili. All’anteprima romana vip del film più costoso della storia del cinema ( 400 milioni di dollari), hanno partecipato moltissimi attori del mondo dello spettacolo, per tutti gli altri, invece, è stata caccia al biglietto.

Fox, la casa di distribuzione del Colossal americano, ha invitato una folla di personaggi ed ecco arrivare alla spicciolata all’Auditorium della Conciliazione, a pochi passi dalla Basilica di San Pietro, grandi attori come Sergio Castellitto, accompagnato dall’intera famiglia, Catherine Spaak, il presentatore Paolo Bonolis e Giancarlo Magalli, Claudia Gerini e Federico Zampaglione, Dario Argento, Giuliano Ferrara, Renato Balestra, Ornella Muti, Federico Moccia, Maria Grazia Cucinotta e molti altri.

Quella di sabato all’Auditorium è stata una serata vip al completo, ben organizzata e ricercata, in nome del film che aspetta solo il giudizio del pubblico per avere il titolo di colossal del 2010. James Cameron, d’altronde, è il regista non solo di Titanic, ma la mente di capolavori fantascientifici quali Terminator ed Aliens- scontro finale. Da questi successi il regista è partito per ambientare Avatar, il suo colossal interstellare, ispirato alla saga di Lucas, Guerre Stellari, che Cameron ha sempre guardato con ammirazione ed invidia.

Avatar, racconta la storia dei Na’vi, alieni blu con la coda, alti tre metri che vivono su un pianeta remoto, un mondo alieno denominato Pandora, dopo che la terra è diventata desolata. Tra gli alieni, generati al computer con tecniche 3D create appositamente per l’opera di Cameron, ci sono anche  alcuni Na’vi geneticamente modificati, i cosiddetti Avatar, collegati ad una coscienza umana. I protagonisti del colossal americano hanno una loro cultura ed un loro linguaggio e l’ambientazione ricorda i colori ed i profumi del giardino dell'Eden. Da non perdere.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avatar: ressa di vip per l'anteprima del film dell'anno

RomaToday è in caricamento