rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Civitavecchia

Yacht registrati all'estero per non pagare le tasse, smascherate maxi evasione fiscale

Sono 31 le imbarcazioni individuate dalla guardia di finanza nei porti e sul litorale laziale

Maxi yacht registrati all'estero per non pagare le tasse. Sono 31 le imbarcazioni smascherate nei porti e sul litorale laziale. A tracciare il bilancio dei controlli svolti in mare nella stagione estiva appena trascorsa il reparto operativo aeronavale di Civitavecchia  

In particolare l’attività investigativa delle fiamme gialle aeronavali, si è concentrata principalmente verso i possessori di prestigiose imbarcazioni da diporto, che hanno tentato la "schermatura" del bene iscrivendo il mezzo nautico nei registri di paesi esteri. In questo modo gli armatori riescono a ridurre i costi di gestione e tentano invano di nascondere al fisco italiano la proprietà di tali beni, eludendo l’obbligo di dichiarazione - il cosiddetto "monitoraggio fiscale" - dichiarano una capacità contributiva inferiore rispetto a quella reale.

Nonostante il complicato intreccio di proprietà e di paesi esteri, i militari del reparto operativo aeronavale di Civitavecchia, dall’inizio dell’anno, nel corso della loro attività di controllo delle coste e degli approdi nel Lazio, hanno individuato 31 imbarcazioni da diporto di proprietà di cittadini italiani i quali non  hanno dichiarato al fisco la disponibilità ed il valore di mercato della propria imbarcazione.

Il valore complessivo delle imbarcazioni individuate e recuperate così a tassazione dalla guardia di finanza di Civitavecchia è di circa 7 milioni di euro. Sono in corso di definizione le relative sanzioni amministrative che si attesteranno dal 3% al 15% dell’importo non dichiarato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yacht registrati all'estero per non pagare le tasse, smascherate maxi evasione fiscale

RomaToday è in caricamento