menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Claudia Ferrari e Massimo Di Giovanni morti ieri a Vitinia in via Macario

Claudia Ferrari e Massimo Di Giovanni morti ieri a Vitinia in via Macario

Vitinia, spara alla ex e poi si uccide: avevano due figli di 1 e 3 anni

Massimo Di Giovanni, ha sparato due volte a Claudia Ferrari e poi si è tolto la vita. Entrambi erano dipendenti Atac. La coppia aveva due figlie di 1 e 3 anni. I corpi ritrovati in un parcheggio in via Erminio Macario

La fine di un amore in una pozza di sangue. Vitinia è sotto choc. Le famiglie di Massimo Di Giovanni e Claudia Ferrari distrutte. La folle gelosia ha vinto. Di Giovanni che, nel parcheggio di via Erminio Macario, ha sparato due colpi, a distanza ravvicinata, all'ex compagna per poi spararsi con la stessa arma, risultata poi rubata a Roma anni fa.

Lui, di 48 anni, controllore Atac. Lei, di 38, anche dipendente dell'azienda dei trasporti di Roma. Lasciano due bambine di uno e tre anni. Alle 9,30 di ieri mattina in quello spiazzale che divide Centro Giano da Vitinia, Massimo Di Giovanni ha fatto scendere dalla sua Mercedes Classe A Claudia Ferrari. La donna ha fatto pochi passi, la discussione è degenerata, si è trasformata prima in violenta lite e poi in tragedia. 

Il rapporto era finito. Troppa la gelosia. La nascita della secondogenita, un anno fa, non aveva risanato la loro storia, ormai diventata trapassata. Eppure la 38enne, a seguito delle minacce dell'ex, aveva già denunciato l'uomo tanto che Di Giovanni si era trasferito altrove, ad Ardea. I due, con le bambine, viveva proprio vicino al parcheggio di via Erminio Macario, a circa 550 metri da lì.

I corpi di Massimo e Claudia sono stati ritrovati uno accanto all'altra nell'unico spazio all'ombra. "Ho sentito tre spari", ha raccontato una testimone ai carabinieri di Ostia che stanno indagando sul fatto. Marco Di Giovanni era sul fianco sinistro con la testa appoggiata al marciapiede ormai rosso di sangue. Claudia Ferrari, pochi centimetri più in là, supina con la maglia rossa e un paio di shorts.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento