Cronaca

Tiburtina, capotreno lo invita a indossare la mascherina: lui la blocca e tenta di violentarla in stazione

Una capotreno è stata aggredita da un uomo, spintonata e palpeggiata. Le sue urla hanno attirato l'attenzione della PolFer

"Indossi la mascherina". Un invito che però mal digerito tanto che il giovane, un 24enne nigeriano, l'ha strattonata, messa in un angolo e provato a violentarla nella stazione di Roma Tiburtina. Una aggressione a sfondo sessuale finita con l'arresto del molestatore bloccato dagli agenti della PolFer. Vittima una capotreno, medicata e soccorsa dopo i fatti consumati nella giornata del 31 agosto.

Secondo quanto ricostruito l'aggressore era sul treno delle 14 proveniente da Tivoli verso Roma. Sceso dal convoglio ha seguito la capotreno nella stazione Tiburtina. Intorno a lui ci sono altri passeggeri, ma nessuno sospetta delle sue intenzioni. 

Si avvicina alla capotreno, la segue. Lei gli ricorda di mantenere un distanziamento sociale adeguato e di indossare la mascherina. 

Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

Un doppio avvertimento inutile, tanto che il 24enne anziché rispettare l'obbligo imposto dalle regole previste per contenere il contagio, afferra la donna da dietro, la blocca e la spinge in un angolo. L'uomo la palpeggia, cerca di violentarla. 

La capotreno urla e gli agenti della Polfer liberano la donna e bloccano il nigeriano. Il processo per direttissima si è svolto nella giornata del 1 settembre e, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, il 24enne nigeriano è stato processato e condannato a quattro anni e quattro mesi di reclusione con l'accusa di violenza sessuale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiburtina, capotreno lo invita a indossare la mascherina: lui la blocca e tenta di violentarla in stazione

RomaToday è in caricamento