menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anagnina, donna aggredita e violentata da un venditore ambulante

L'uomo ha tentato di approfittare della donna mentre stava andando a riprendere la propria auto

Violenza sessuale nella zona della metro Anagnina dove una donna è stata aggredita da un venditore ambulante, poi arrestato dalla polizia. 

Tutto è cominciato nel pomeriggio di giovedì presso le bancarelle posizionate nel piazzale della fermata metro Anagnina, dove la vittima si era recata per degli acquisti. Dopo aver comprato della biancheria per la casa, la donna si è diretta verso la propria auto, quando è stata salutata dal quarantenne che lavorava in uno dei banchi, dove la stessa aveva acquistato della merce il mese prima. Lei rispondeva al saluto dell’uomo, senza fermarsi e non si avvedeva che questo la stava seguendo.

Violenza sessuale al piazzale della metro Anagnina 

Mentre la vittima si incamminava per raggiungere la propria auto parcheggiata nelle vicinanze, il 30enne tentava di abbracciarla ma veniva respinto con fermezza dalla stessa. Più volte l’uomo ha tentato di abbracciarla sempre respinto dalla stessa che, spaventata aveva cominciato a correre e a gridare cercando di raggiungere la sua auto.

La richiesta di aiuto della vittima 

L’uomo, vedendo che non c’era nessuno nelle vicinanze continuava a seguirla raggiungendola e riuscendo ad abbracciarla, tentava di baciarla. La donna riusciva a divincolarsi e a scappare, quindi raggiungeva la propria auto allontanandosi col terrore di essere raggiunta. Accertatosi di non essere seguita si fermava in una piazzola e chiamava la polizia.

Arrestato per violenza sessuale 

Gli agenti del commissariato Romanina, diretto da Moreno Fernandez, dopo averla rassicurata la scortavano fino al commissariato Romanina e, contemporaneamente una volante della Polizia di Stato si recava sul luogo dell’aggressione, dove grazie alle indicazione della vittima, riuscivano ad individuare l’aggressore e ad accompagnarlo negli uffici di polizia, dove veniva riconosciuto dalla vittima.

Gli investigatori dopo aver verificato il racconto della denunciante, hanno arrestato il 30enno, un cittadino marocchino, per il reato di violenza sessuale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento