Maltratta il padre per diversi anni, il giudice lo allontana dai genitori

Dopo ripetuti episodi di violenza, al 29enne di origini sudamericane è stato denunciato dai genitori adottivi

L'hanno denunciato ai Carabinieri perchè la situazione era ormai fuori controllo. E' quanto sono stati costretti a fare due genitori romani nei confronti del figlio adottivo originario del Sudamerica in seguito a un episodio di violenza, l'ennesimo, nei confronti del padre, costretto addirittura a rivolgersi più volte alle cure mediche. Così il caso è finito nelle mani degli investigatori del Commissariato Borgo, diretto dalla dott.ssa Laura Petroni, che hanno richiesto all'Autorità Giudiziaria di notificare al ragazzo il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e dai luoghi frequentati dai genitori.

Un allontanamento che i genitori avevano auspicato più volte in passato. Addirittura, in seguito a ripetuti episodi di violenza, avevano tentato di convincere il figlio di andare a vivere in un'altra casa di loro proprietà fuori Roma. Ma non aveva funzionato. Dopo un breve periodo di distacco il giovane era tornato a vivere con il padre. Il caso che ha portato alla denuncia è solo l'ultimo di una lunga serie.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori erano anni che il 29enne originario del Sudamerica maltrattava il padre. Nonostante fosse stato adottato da piccolo, il ragazzo aveva infatti solo un anno, lo scontro con i genitori era inziato fin dall'età dell'adolescenza. Un incomprensione insanabile che ha fatto pensare agli inquirenti che la separazione dei genitori fosse avvenuta proprio a causa di questo difficile rapporto con il figlio.

Al momento della separazione il ragazzo è rimasto a vivere con il padre. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori gli episodi di violenza e i maltrattamenti veri e propri sono iniziati nel 2006. Una violenza sempre più insistente fino a sfociare in veri e propri attacchi fisici che hanno costretto la vittima ad andare al pronto soccorso.

Preoccupata per la sorte dell'ex marito, la madre del ragazzo ha esortato più volte l'uomo a denunciare il figlio. L'ex moglie, infatti, dopo la separazione si era trasferita in un appartamento al piano di sopra e poteva così sentire le urla provenienti dal loro appartamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver raccolto le testimonanze dei genitori e visionato le carte delle cure mediche, i poliziotti hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare del giovane. Il provvedimento è stato notificato al ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento