Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Violenta la figlia minorenne e picchia l'ex compagna: in passato aveva sparato al figlio 12enne

In manette un 58enne. In passato aveva abusato anche dell'ex convivente e del figlio avuto dalla loro relazione

Ha violentato la figlia minorenne e picchiato l'ex convivente. Un uomo violento che in passato aveva sparato al figlio 12enne con un fucile a piombini e che aveva riservato lo stesso trattamento alla precedente convivente e al loro figlio. Una storia di violenze e abusi a cui hanno messo fine la polizia e la procura di Tivoli. I fatti nella zona di Guidonia, a finire in manette un uomo di 58 anni. È gravemente indiziato di reiterati abusi sessuali nei confronti della figlia minorenne, nonché di gravissimi maltrattamenti familiari perpetrati nei confronti della ex convivente di 42 anni.

Le violenze sull'altra compagna e il loro figlio 

Le indagini hanno consentito di accertare gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell'uomo, autore di violenze ai danni della ex compagna da anni, oltre che delle violenze ai danni della figlia. Già in passato il 58enne aveva riservato lo stesso violento trattamento anche nei confronti della precedente compagna e del loro figlio, oggi appena maggiorenne. A distanza di molto tempo la natura e gli effetti psicologici della violenza subita, anche da quest'ultimo nucleo familiare, sono apparsi agli agenti - durante le audizioni - evidenti, tanto che ancora oggi sono ben vivi.

Personalità violenta e prevaricatrice 

Quanto raccolto nel corso delle indagini, anche grazie alle testimonianze e ai numerosi riscontri alle dichiarazioni apprese dalle vittime, ha consentito al gip del tribunale di Tivoli di emettere un'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere. La personalità dell'indagato viene descritta dagli inquirenti come "violenta, prevaricatrice e rivelatrice dell'incapacità di reprimere le pulsioni lesive dell'altrui integrità fisica e psicologica, oltre che indifferente ai legami familiari e della convivenza civile". 

Colpo di fucile contro il figlio 12enne 

Nel corso delle perquisizioni disposte a carico dell'indagato sono stati rinvenuti ulteriori, importanti elementi di riscontro a quanto denunciato dalle vittime, tra i quali alcuni preservativi nascosti in un orsacchiotto di peluche, un fucile a piombini con il quale in passato il 58enne aveva sparato alla gamba del figlio all'epoca 12enne, oltre, a emblemi e pubblicazioni richiamanti l'ideologia nazista e del fascismo. 

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere 

Concluse le indagini, lo scorso 19 giugno, gli agenti della polizia di Stato del pool specializzato nella violenza di genere e minori del commissariato distaccato Tivoli - Guidonia, coordinati dai magistrati del gruppo uno della procura di viale Cassiano, hanno eseguito la misura cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Tivoli nei confronti del 58enne. 

Il pool specializzato 

I gravissimi delitti sono emersi grazie alla capacità della minorenne di confidarsi e di chi l'ha ascoltata e sostenuta, a partire dalla madre, in questi difficili momenti. Essenziale è stato l'attivarsi della rete del territorio che previene e contrasta la violenza di genere, con una immediata sinergia tra codice rosa integrato operativo presso l'ospedale di Tivoli, gli appartenenti al pool specializzato del commissariato di Tivoli e il magistrato di turno del gruppo della procura competente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta la figlia minorenne e picchia l'ex compagna: in passato aveva sparato al figlio 12enne
RomaToday è in caricamento