menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Porta la ex moglie a casa con la forza e la violenta

E' successo ieri sera nella zona di via Cristoforo Colombo. L'aggressore, di 43 anni, ha anche minacciato la donna. L'uomo, in passato, picchiò anche il figlio minorenne

Un vero e proprio incubo quello vissuto da una donna picchiata e stuprata dal suo ex marito. Il folle in questione è un boliviano di 43 anni poi arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovrà rispondere del reato di "violenza sessuale".

VIOLENTATA IN CASA - L'aggressore, ieri sera, ha atteso che la donna uscisse dall'albergo dove lavora e poi, con la forza, l'ha costretta ad andare con lui nel suo appartamento nella zona di via Cristoforo Colombo dove ha abusato di lei. La donna dopo essere stata violentata dall'ex è riuscita ad approfittare di un momento di distrazione dell'uomo ed è uscita di casa, ma sfortunatamente ha dimenticato di prendere la sua borsetta, nella quale, c'erano anche le chiavi della sua autovettura.

ALTRE MINACCE - Quando è tornata indietro per riprendersela ha trovato il suo carnefice con la borsetta in mano e, invece di consegnargliela l'ha messa nel portabagagli della sua auto per poi minacciarla che gliela avrebbe ridata solo se si fosse fatta accompagnare da lui, sia a riprendere il figlio che alla sua auto rimasta nei pressi dell'albergo. Messa alle strette la vittima ha accettato il passaggio e una volta riuscita ad entrare nella sua auto assieme a suo figlio, si è chiusa dentro ed ha chiamato il 113

L'ARRIVO DELLA POLIZIA - Solo a questo punto l'uomo decideva di andarsene, mentre la donna è rimasta sul posto in attesa della Polizia. Quando gli agenti del Commissariato Colombo sono giunti sul posto, la donna ha raccontato ai poliziotti di essersi separata dall'uomo nel 2013 a causa dell'atteggiamento violento dello stesso che, in una occasione, senza motivo, aveva picchiato anche il figlio minore procurandogli delle lesioni al braccio. 

L'ARRESTO - Nei giorni scorsi l'uomo si era rifatto vivo mandandole dei messaggi sul cellulare con i quali l'ha minacciata di morte se lei avesse frequentato altri uomini e ieri sera si è infine presentato sul posto di lavoro. A questo punto gli agenti si sono messi subito a lavoro per rintracciare l'uomo, mentre la donna si è recata presso il vicino ospedale per farsi medicare. Il 43enne è stato così rintracciato e arrestato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento