Cronaca

Vigili senza blocchetti per le multe: sanzioni sulle fotocopie

I vigili urbani rimasti senza blocchetti per le multe appuntano le targhe su fotocopie e foglietti. Le associazioni di categoria insorgono. Onorato: "Capitale dell'assurdo"

Vigili rimasti senza blocchetti che fanno le multe usando delle fotocopie. Questo lo scenario raccontato da il quotidiano Il Messaggero. Secondo il quale i vigili, rimasti senza l'appostito blocchetto, si arrangiano appuntando su delle fotocopie i numeri di targa di chi commette l'infrazione o, addirittura, segnandolo un po' dove capita.

Le associazioni di categoria sono già balzate in piedi e annunciano ricorsi sulla validità delle multe elevate senza blocchetto.
Anche Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio commenta il fatto:“Siamo davvero la Capitale dell’assurdo: le multe rappresentano la prima entrata per le casse capitoline, ma il Comune non ha i soldi nemmeno per stampare i blocchetti dei vigili urbani. Il Sindaco intervenga per risolvere questa situazione, perché al momento non sappiamo se ridere o se piangere. Se non si lascia nessun avviso sul parabrezza – spiega Onorato - non solo viene meno un fondamentale deterrente, ma anche un efficace strumento di informazione, per cui chi ignora di aver infranto un divieto può prendere la stessa multa ogni giorno, o addirittura più volte al giorno nello stesso punto. Per non parlare del fatto che l’avviso bonario, completo di bollettino per pagare subito la multa, garantisce un introito immediato per il Comune, che in questo modo invece viene a mancare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili senza blocchetti per le multe: sanzioni sulle fotocopie

RomaToday è in caricamento