Dai vigili tolleranza zero contro la movida selvaggia. A Monti secchiate dai balconi

Controlli a Trastevere e Monti. Multe e interventi anche da parte dell'Ama che, bagnando gli scalini, ha evitato il riformarsi degli assembramenti

Tolleranza zero era stata promessa e tolleranza zero è stata. Arrivano i controlli sulla movida selvaggia nel centro storico. Gli agenti del gruppo pronto intervento traffico (GPIT), coordinati dal vice comandante Antonio Di Maggio hanno operato nella serata di ieri nei quartieri di Monti e Trastevere. E i risultati si sono visti, tanto che anche la pasionaria di Monti, la consigliera municipale Nathalie Naim, ha dovuto applaudire sui social il lavoro degli agenti. 

montiPrima2-2

Secchiate d'acqua sulla movida di Monti

E dire che la serata sembrava seguire il solito refrain. A Monti i soliti punti aggregativi sono stati presi d'assalto da giovani e meno giovani. Esasperati, alcuni residenti hanno iniziato ad urlare il loro disappunto. Secondo quanto riferito da più testimoni qualcuno è andato anche oltre, ha riempito un secchio d'acqua e l'ha svuotato sulla piazza, colpendo una cinquantina di persone. Peccato però che invece di colpire solo i viveur romani, l'acqua abbia centrato in pieno anche gli uomini del comandante Di Maggio. Immediate le scuse (la giustificazione è stata "stavo innaffiando i fiori") che hanno accompagnato i successivi complimenti ai vigili. Già, perché nel frattempo l'arrivo degli agenti aveva fatto sparire le persone dalla piazza. All'una, come non accadeva da tempo, la piazza era vuota.

Scalini bagnati per evitare assembramenti

E per mantenerla vuota ha fatto il suo esordio anche una nuova/vecchia modalità operativa. Immediata infatti è stata la chiamata all'Ama i cui operatori, oltre a ripulire le strade da bottiglie, bicchieri e rifiuti vari, hanno anche bagnato pesantemente gli scalini, di fatto resi impraticabili. Acqua miracolosa che nei fatti ha chiuso all'una la serata di Monti. Un bene per chi da anni denuncia la movida selvaggia; una desolazione per chi vede vietata persino una semplice chiacchiera tra amici. 

montidopo-2

Controlli anti sosta selvaggia a Trastevere

Tolleranza zero anche a Trastevere dove i controlli hanno prodotto effetti visibili soprattutto nei numeri. Attenzione massima contro la piaga della sosta selvaggia. Trenta le auto rimosse, portate via dai carri attrezzi. Trentasette invece i veicoli multati per sosta irregolare. In generale i presidi hanno anche allontanato i parcheggiatori abusivi. A Trastevere nel mese di giugno sono state elevate oltre 500 sanzioni; 288 i veicoli rimossi. Decine i sequestri fatti ai danni dei venditori abusivi che vendevano prodotti alimentari e non, dai monili, cappelli, foulard, stampe fino alle pannocchie arrostiste e ai cornetti. 

Ordinanza anti alcol 

Attenzione anche all'applicazione dell'ordinanza anti alcol per la quale è stato sanzionato un esercizio. Sei invece i bevitori che hanno ricevuto la tanto temuta multa da 150 euro. Multe e sequestri per altre irregolarità anche per altri 4 locali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento