rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Esquilino / Piazza Vittorio Emanuele II

L'Esquilino tra malavita e strade intasate, vigili: "Marino rinforzi il reparto"

L'appello è del sindacato Os.Po.l. che denuncia le pessime condizioni in cui versa il quartiere del centro, tra bivacchi, vandali, microcriminalità e viabilità nel caos

Un quartiere che rischia di esplodore, tra convivenze difficili, microcriminalità e un degrado crescente che sta mettendo a dura prova la vivibilità della zona. E' il triste quadro dell'Esquilino dipinto da Os.Po.l. sindacato degli agenti della Polizia Municipale. Una situazione definita "esplosiva al limite dell'esasperazione". 

"Solo negli ultimi mesi - si legge in nota - si sono verificati cinque episodi di roghi dolosi in strada che hanno colpito decine di veicoli parcheggiati, rischiando ben più gravi conseguenze per le prospicienti abitazioni occupate da persone nel pieno del riposo notturno". Che potrebbero essere semplici vandali o esponenti di un giro di racket ai danni dei commercianti di zona. Poi c'è il degrado. 

"Bivacchi di senza fissa dimora, sbandati, clochard nel parco di Colle Oppio e intorno all’ex Acquario Romano di Piazza Fanti diventato una cloaca a cielo aperto". E ancora "il “mercato” di cose usate e, spesso, di ricettazione nei giardini di Via Carlo Felice". Il sindacato punta il dito anche contro la pedonalizzazione dei Fori Imperiali, responsabile delle "soste in perenne seconda fila in Via Turati ed anche in Via Merulana, sebbene questa fosse stata indicata dal Sindaco come priorità della fluidificazione del traffico".

Con la rivoluzione di viabilità intorno ai Fori, "nessun vigile viene più impiegato in Via Merulana e Largo Brancaccio che sono tornati soffocati dal traffico e dalle seconde file". Carenza di personale anche pressi "i giardini di Via Carlo Felice" che "non sono più controllati".

"A fronte di tutto questo panorama - continua la nota - il servizio della Polizia Locale è pressoché scomparso non essendo più garantito alcun rinforzo allo sparuto “Reparto Esquilino” che da un decennio è impegnato a svolgere un riconosciuto lavoro di censimento e prevenzione, anche per l’attività del multietnico Mercato di Via Pepe (ex Piazza Vittorio), ma che dall’inizio dell’estate è stato abbandonato a sé stesso senza più significativi rinforzi di personale, né come organico fisso, né come appoggio con turni a straordinario ed ormai con poco più di una dozzina di agenti ed ufficiali, riesce a garantire a malapena la presenza di una pattuglia sul territorio e nemmeno quella nei weekend".

In conclusione l'appello a Marino. "L’ O.S.Po.L. torna a chiedere al Sindaco un immediato intervento a favore del personale del “Reparto Esquilino” a partire dalla definitiva sistemazione logistica degli uffici, che continuano a permanere come casermaggio in Via Vittorio Amedeo II in uno stabile destinato ad altro uso, individuando idonei locali in uno dei tanti stabili liberi di proprietà comunale presenti nel rione e ad una significativa implementazione di almeno 30 nuove unità di Agenti Municipali per concretizzare l’avvio del “Vigile di Quartiere”, progetto depositato presso il I° Municipio, sempre richiesto dai residenti e abbracciato dallo stesso Sindaco in campagna elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Esquilino tra malavita e strade intasate, vigili: "Marino rinforzi il reparto"

RomaToday è in caricamento