Cronaca Centro Storico / Via Genova

Il 2018 dei pompieri romani: gli alberi l'emergenza più grande, calano gli incendi

Oltre 65mila gli interventi effettuati dai pompieri a Roma e provincia. Dall'emergenza neve all'incendio del TMB di via Salaria, il resoconto dell'attività dell'anno in via di chiusura

Oltre 65mila interventi a Roma e provincia. Incendi di sterpaglie ed in appartamenti, verifiche strutturali, soccorsi e salvataggi a persone, ma anche incidenti stradali e verifiche sulle alberature. Sono alcuni dei numeri degli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando Provinciale di Roma in questo anno in via di conclusione. Ad indicarli alla stampa il comandante del corpo romano, l'ingegner Giampietro Boscaino, nell'annuale incontro con i mass media tenuto nella sede del Comando di via Genova. Accanto a lui tre pompieri romani, encomiati dal capo dipartimento nazionale dei vigili del fuoco per aver salvato delle vite nella tragedia dell'Hotel di Rigopiano. 

Un anno intenso, quello dei pompieri di Roma e provincia. Degli oltre 65mila interventi (di cui 46mila di "soccorso tecnico urgente") messi in atto dall'1 gennaio a questo 20 dicembre il numero più alto riguarda i soccorsi ed i salvataggi a persone con 9573 interventi, con un trend in aumento rispetto al 2017 (8632) ed al 2016 (8512). Degno di nota è invece il numero delle operazioni di spegnimento di incendi di sterpaglie (più che dimezzato rispetto alla calda estate del 2017). Sono infatti 3mila gli interventi in questo 2018, molti di meno rispetto all'anno scorso (8061) ed anche a confronto con il 2016 (5287). A spiegare il perchè l'ingegner Boscaino: "In questo 2018 c'è stato un maggior numero di interventi preventivi da parte degli Enti amministrativi, con pulizia del sottobosco, controlli ed attuazione delle cosiddette fasce di rispetto. Questo, associato al maggior controllo nelle aree a rischio incendio, ci ha consentito di passare dagli oltre 8mila interventi dell'anno scorso ai 3mila di quest'anno".

Vigili Fuoco 2018-2

Quasi raddoppiati invece gli interventi su alberi e rami pericolanti, passati dai 1975 dell'anno scorso ai 3718 di questo 2018 (nel 2016 furono 2821). Un incremento dovuto ad un'ondata di maltempo eccezionale, le parole del'ingegner Boscaino. In aumento anche gli interventi per incidenti stradali (1090 nel 2018, rispetto ai 1025 del 2016 ed ai 1000 dello scorso anno). Quasi raddoppiate anche le verifiche strutturali passate dalle 2900 del 2017 alle 4900 di quest'anno (nel 2016 furono 5748). Lieve aumento anche per gli interventi per gli incendi in abitazione, passati dai 1503 dell'anno scorso ai 2000 di questo 2018. 

Fra gli interventi più rilevanti di quest'anno in via di conclusione quelli per l'emergenza neve (a febbraio e marzo), il recupero di uno studente azero risucchiato dalle acque del lago di Castel Gandolfo a giugno. Ed ancora, il crollo del tetto della chiesa di San Giuseppe Artigiano ad agosto, l'incendio all'ospedale Villa San Pietro di novembre sino ad arrivare ai più recenti: l'esplosione dell'autocisterna Gpl sulla via Salaria a dicembre (nella quale perse la vita un vigile del fuoco) sino all'incendio del TMB di via Salaria (qui tutte le notizie) dello scorso 10 dicembre. Menzione a parte merita invece l'intervento per l'incidente sulle scale mobili della Metro A Repubblica dello scorso mese di ottobre. Proprio in relazione a tali controlli l'ingegner Boscaino interpellato dalla stampa ha spiegato: "Le verifiche alle strutture delle metropolitane a fini preventivi risalgono al 2011. Da luglio di quest'anno ci è stato richiesto di effettuare questi controlli preventivi. Il quadro nel complesso non è così terribile, la maggior parte delle strutture sono a norma, altrimenti ne avremmo disposto la chiusura come fatto per alcuni ascensori o scale mobili". 

In conclusione il comandante dei pompieri romani ha poi annunciato un aumento degli incontri dei vigili del fuoco con gli studenti delle scuole romane per "insegnare a coloro che saranno i cittadini di Roma di domani una maggiore educazione civica ed alla sicurezza".  

Giampietro Boscaino e Maria Pannuti 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2018 dei pompieri romani: gli alberi l'emergenza più grande, calano gli incendi

RomaToday è in caricamento