menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Colosseo: vigilesse accerchiate e prese a sassate da venditori ambulanti di ombrelli

L'Ospol: "Se non ci vengono date garanzie fermiamo tutto". L'aggressione in via Celio Vibenna. Da Natale ad oggi cinque gli agenti che sono dovuti ricorrere alle cure dell'ospedale


Accerchiate e prese a sassate per aver provato a svolgere il loro lavoro. Ancora un'aggressione ai danni dei vigili urbani della Capitale. Ad essere prese di mira dai venditori ambulanti di ombrelli del Colosseo due agenti del I Gruppo Trevi aggredite da una ventina di bengalesi mentre cercavano di sequestrare gli oggetti messi in vendita illecitamente nella zona di via Celio Vibenna. La notizia resa pubblica dal sindacato Ospol dei 'caschi bianchi'.

FERMIAMO TUTTO - All'indomani dell'ennesima aggressione il Sindacato Ospol annuncia di fermare tutto se l'amministrazione non "riconosce formalmente che il personale del Corpo della Polizia Locale di Roma sia sovente vittima di aggressioni, peraltro non beneficiando più dell’istituto dell’equo indennizzo". "L’ultimo caso - si legge ancora nella nota del sindacato - si è infatti verificato domenica mattina al Colosseo dove due vigilesse sono state oggetto di una sassaiola da parte di decine di venditori ambulanti che si opponevano ai sequestri effettuati dalle agenti".

CINQUE AGGRESSIONI - L’Ospol-Csa registra che nel solo periodo del Natale scorso ad oggi, "ci siano state cinque aggressioni (con ricorso alle cure ospedaliere)  a danno dei vigili ed ancora l’Amministrazione non adotta i provvedimenti che ha dichiarato di voler perseguire dopo lo sciopero di protesta svolto dall’Ospol-Csa il 29 gennaio scorso, ovvero la dotazione della mazzetta di stanziatrice (sfollagente) e l’assicurazione per gli infortuni occorsi in servizio a causa di aggressioni in particolare".

POSTI CALDI - La Dirigenza dei Comandi municipali, nel frattempo "nemmeno modifica le modalità del servizio su strada e, come nel caso del I Gruppo Trevi, continua ad essere comandati in posti “caldi” come il Colosseo, piazza di Spagna e piazza Navona due sole unità, anche in ore serali, troppo vaste e piene di abusivi violenti e malintenzionati pronti a derubare inermi turisti".

ASSEMBLEA IL 6 MARZO - Per questo l’Ospol-Csa del I° Gruppo Trevi chiama a "raccolta tutti i vigili in assemblea per giovedì 6 marzo nelle prime due ore  dalle ore 07,00 alle 09,00 e dalle 12,00 alle 14,00, per contestare la carenza d’organico e la pericolosità dell’organizzazione del lavoro che non garantisce la sicurezza ai pochi agenti lasciati in balìa di frotte di venditori abusivi, predisponendo da subito gli atti necessari per  tutelare legalmente i colleghi aggrediti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento