rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022

Video | Tamponi anti Covid-19 alterati, maxi sequestro: nella fabbrica lavoravano anche minorenni

Ai tamponi, vendibili esclusivamente nei Paesi Bassi, veniva sostituita la confezione originale e il foglietto illustrativo con altri in lingua italiana

I Carabinieri della Stazione di Rignano Flaminio, in collaborazione con i militari del N.A.S. di Roma, hanno denunciato a piede libero un 39enne con precedenti e una donna di 72 anni, entrambi romani e residenti a Rignano Flaminio, con l’accusa di tentata frode in commercio di tamponi rapidi per l’individuazione Covid-19.

I due avevano allestito, in un capannone ubicato in Località Monte Casale di proprietà della 72enne, un opificio abusivo, privo di qualsiasi autorizzazione igienico sanitaria, al cui interno erano state impiegate, in modo del tutto irregolare, 38 persone, tutte italiane e quattro delle quali minorenni, incaricate di sostituire la confezione originale e relativo foglietto illustrativo, dei tamponi rapidi covid-19, vendibili esclusivamente nei Paesi Bassi, con altri in lingua italiana.

Video popolari

Video | Tamponi anti Covid-19 alterati, maxi sequestro: nella fabbrica lavoravano anche minorenni

RomaToday è in caricamento