Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Prati / Piazza dei Quiriti

Filmava le parti intime delle turiste con lo smartphone, trovati decine di video

Il guardone è stato fermato dai carabinieri nella zona di Fontana Trevi. Nel suo cellulare numerosi video girati in diverse zone della Capitale

Immagine di repertorio

C'è chi lo fa piazzando una piccola Go Cam sulle scarpe, chi l'obiettivo lo nasconde in una borsello nel quale viene praticato un preciso foro ma anche chi, approfittando della calca, non fa nient'altro che usare la smarthphone riprendendo le parti intime della vittima di turno da sotto la gonna. La pratica si chiama upskirt ed è costata la denuncia ad un 43enne romano, guardone specializzato nel filmare le turiste in transito nella Capitale, come a Fontana di Trevi, dove l'uomo è stato fermato dai Carabinieri della Stazione Via Vittorio Veneto e poi denunciato a piede libero.

GUARDONE A FONTANA DI TREVI  - Nello specifico, i Carabinieri hanno notato l’uomo che, approfittando della folla di turisti nei pressi della fontana monumentale, si avvicinava in modo sospetto ad alcune ignare giovani, sorprendendolo nel momento in cui, dopo aver attivato la modalità videocamera sul suo smartphone, filmava al di sotto delle loro gonne. I militari lo hanno bloccato e accompagnato in caserma dove hanno accertato, a seguito di ispezione, la presenza, nella memoria del suo smartphone, di molteplici video dello stesso tipo, girati in diversi luoghi della Capitale.

VIOLENZA PRIVATA - L’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di violenza privata, mentre continuano le indagini dei Carabinieri per accertare l’identità delle vittime.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filmava le parti intime delle turiste con lo smartphone, trovati decine di video

RomaToday è in caricamento