Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Operazione Tibus, i Carabinieri di Roma: "La Capitale epicentro dello smercio di marijuana ed hashish"

L'operazione ha portato a smantellare tre organizzazioni criminali. Il Comandante del Gruppo Carabinieri di Roma: "Colti per tempo segnali di traffici illeciti"

 

Roma epicentro del traffico nazionale ed internazionale di marijuana ed hashish. A smantellare tre organizzazioni criminali che dal quadrante est della Capitale distribuivano la droga in Italia ed in Europa utilizzando pullman e treni i Carabinieri di Roma che alle prime luci dell'alba hanno smantellato i tre sodalizi, due nigeriani ed uno albanese, arrestando 55 persone.

Operazione Tibus: 55 arresti. La notizia completa

Una operazione che ha trovato il plauso del Prefetto di Roma Matteo Piantedossi spiegata dal Maggiore Alessandro De Venezia, Comandante della Compagnia Roma Parioli dei Carabinieri: "Tre associazioni criminali straniere, due nigeriane ed una albanese avevano di fatto organizzato sul quadrante romano lo spaccio nazionale ed internazionale di stupefacente". Operazione Tibus cominciata dopo una serie di arresti di narcotrafficanti incensurati bloccati nel corso degli ultimi due anni all'autostazione Tibus, come sottolinea il Comandante dell'Arma della Compagnia Roma Parioli: "Le attività investigarive cominciano con un controllo capillare del territorio per reprimere lo spaccio della sostanza stupefacente alle zone antistanti la stazione ferroviaria Roma Tiburtina".

Indagine che dimostra la vicinanza dei militari dell'Arma alla cittadinanza, come spiega il Colonnello Antonio Caterino, Comandante del Gruppo Carabinieri di Roma: "Una indagine che dimostra la stretta vicinanza dell'Arma all'esigenze di sicurezza del territorio, ed in particolare fa riferimento alla presenza del quadrante sud est della Capitale di organizzazioni finalizzate al traffico di stupefacenti che vedevano Roma come epicentro dei traffici illeciti in particolare riferibili allo smercio di marijuana ed hashish".

"La presenza e la capillarità delle nostre stazioni dei carabineiri su tutto il territorio di Roma e provincia - ha concluso il Colonnelo Caterino - ha consentito di cogliere per tempo dei segnali di traffici illeciti e di intervenire per tempo conseguentemente sotto la Direzione della Procura della Repubblica di Roma". 

Cosi, dalle prime luci dell’alba di oggi, martedì 9 marzo, i militari dell’Arma della Compagnia Roma Parioli, coadiuvati dai colleghi competenti per territorio, nelle province di Roma, Brescia, Modena, Macerata, Genova (Rapallo), Parma, Reggio Calabria (Cittanova) nonché nella città di Kothen(Germania) e di Valona (Albania), stanno dando esecuzione a un’ordinanza emessa dal GIip del Tribunale di Roma su richiesta della competente Direzione distrettuale antimafia. Si tratta di 52 uomini e 3 donne, 27 cittadini albanesi, 23 nigeriani, 4 italiani e 1 gambiano.

L'attivitá all'estero é stata coordinata da SCIP-Fast Italia (Fugitive active searching team) ed eseguita dalla polizia tedesca e in Albania dal Dipartimento Polizia Criminale ed INTERPOL Tirana.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento