Martedì, 16 Luglio 2024

Rifiuti in fiamme, il video dell'incendio dall'alto. La Asl: "Tenete le finestre chiuse"

Sessanta i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento. Sospesa tratta della linea ferroviaria

"Si raccomanda di tenere le finestre chiuse". Questo l'invito ai cittadini della sindaca di Ciampino Emanuela Colella intervenuta nella zona dell'Appia Nuova assieme al personale Asl e Arpa, dove sabato mattina è divampato uno spaventoso incendio. In fiamme i rifiuti contenuti nell'impianto di stoccaggio e trasferenza Ecologica 2000, in via Enzo Ferrari, alle porte di Roma. Un risveglio di apprensione, non solamente per gli abitanti del quadrante sud est della Capitale, ma anche per i tanti romani che hanno visto salire in cielo a partire dalle 8:45 una inquietante nube nera, visibile da buona parte della Città Eterna. Un grave incendio, come documentano le immagini aeree girate dai vigili del fuoco impegnati - anche in ricognizione con l'elicottero Drago VF156 - nella zona interessata dall'incendio. Sessanta i pompieri a lavoro, anche con i mezzi aeroportuali. Interessata dalle fiamme un'area all’aperto di 20.000 metri quadrati di stoccaggio rifiuti, preservata la struttura di lavorazione e uffici, interessata solo in parte grazie all’azione rapida delle squadre.

VIDEO | Colonna di fumo vicino all'aeroporto 

Un maxi incendio che ha avuto ripercussioni anche sul trasporto su ferro. Alle 10:40 infatti le fiamme si sono avvicinate ai binari della linea ferroviaria Roma-Velletri. Da qui la sospensione del servizio tra Ciampino e Velletri. Dalle ore 12.00 la circolazione ferroviaria precedentemente sospesa è tornata regolare dopo l’intervento dei vigili del fuoco e dei tecnici di Rfi che hanno ripristinato la piena funzionalità della linea. Effetti sulla mobilità ferroviaria: 1 Regionale limitato e 4 cancellati.

A rassicurare i cittadini in tempo reale la sindaca di Ciampino: "Non si riscontrano vittime o feriti. Al momento la nube si sta spostando verso Ovest/Nord Ovest". Ulteriori rassicurazioni alla popolazione sono arrivate nel primo pomeriggio con una nota congiunta dei sindaci della Asl Roma 6: "Nella mattinata di oggi si è sviluppato un incendio presso l'impianto di stoccaggio e recupero di rifiuti non pericolosi di proprietà di Ecologica 2000, in via Enzo Ferrari a Ciampino, al confine con le frazioni di Cava dei Selci e Santa Maria delle Mole. Sono tempestivamente intervenuti vigili del fuoco, la polizia locale di Ciampino e polizia di Città Metropolitana di Roma Capitale, polizia di Stato, polizia ferroviaria, tenenza dei carabinieri di Ciampino e Castel Gandolfo. Sul posto anche il pubblico ministero dottor Travaglini della procura di Velletri per le prime disposizioni in materia di attività di indagine, delegata alle forze di polizia presenti. Dai primi rilievi è emerso che i rifiuti oggetto di combustione sono in particolare ingombranti come materassi e mobilio dismesso. La nube si è da subito indirizzata verso l'alto, in direzione Ovest/Sud Ovest, sorvolando anche i comuni limitrofi. Sul posto sono arrivati anche i tecnici di Asl (Spresal) e Arpa Lazio, i quali stanno installando un rilevatore della qualità dell'aria, i cui primi risultati saranno disponibili dopo 24 ore. La Aslr Roma 6 raccomanda: "laddove è visibile il fumo e l’odore dovesse essere intenso di tenere le finestre chiuse e non uscire da casa a meno che non venga richiesto dagli addetti al soccorso". La nube, inoltre, nell'ultima ora, si è notevolmente affievolita. Le operazioni di spegnimento sono ancora in corso e si concluderanno completamente tra stasera e domani. Ulteriori aggiornamenti saranno tempestivamente forniti alla cittadinanza".
 

Incendio Ciampino 29.07.2023

"Nonostante l'impegno massiccio e tempestivo dei Vigili del Fuoco, intervenuti con mezzi speciali, la nube di fumo sta riversando nell'aria quantità importanti di materiale tossico, purtroppo si fà sempre meno per evitare simili tragedie - dichiara Fernando Cordella, presidente del sindacato Anpe Vigili del fuoco -. Lo sappiamo che la raccolta dei rifiuti è un argomento complesso, bisogna partire da un corretto smaltimento integrandolo con una attenta prevenzione, la salute e sicurezza dei cittadini ed in particolare di chi poi è costretto ad intervenire per mettere in sicurezza, come i vigili del fuoco, va tutelata ecco perché, lo diciamo da tanto tempo - continua Cordella - l'attenzione da parte degli amministratori deve essere alta per questa tipologia di aree. Serve una attenta pianificazione territoriale e urbanistica - conclude Cordella - anche con strumenti immediati sul piano regolatore generale, come gli elaborati rischio incidenti rilevanti per gli impianti rifiuti, che intervengano sia in fase di prevenzione che in termini di mitigazione dei rischi". 

Video popolari

RomaToday è in caricamento