Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Grossista di cocaina, la droga nascosta in un tombino. Le immagini

La scoperta della polizia in un appartamento della periferia est della Capitale, tre le persone in manette

 

Un grossista di cocaina e due pusher. Ad incastrarli gli agenti di polizia che hanno trovato il deposito della droga in un appartamento a Lunghezza, nella periferia est della Capitale. Sequestrati 4 panetti di hashish, più di mezzo chilo di cocaina e 10 mila euro in contanti

I tre arresti sono arrivati nell'ambito di un vasto servizio antidroga, i poliziotti del commissariato Viminale hanno “attenzionato” un incrocio della periferia est della capitale dove, secondo i loro sospetti, sarebbero avvenuti gli scambi di droga tra spacciatori di vari livelli. L’intuizione investigativa si è rivelata giusta: durante un appostamento, gli agenti hanno documentato uno scambio droga/soldi. 

In particolare due giovani  di 24 e 49 anni, hanno comprato 50 grammi di cocaina da un ragazzo; mentre una parte degli investigatori fermava gli acquirenti, gli altri colleghi seguivano discretamente il venditore che è rientrato nella propria abitazione.

Per non compromettere l’operazione i poliziotti hanno atteso per ore il  venditore, un 32enne, uscisse nuovamente da casa per bloccarlo e perquisire  l’appartamento con il prezioso aiuto di Condor e Kara, due dei migliori cani antidroga della Questura di Roma. È stato proprio il loro fiuto a condurre gli investigatori in un tombino dove erano nascosti circa 500 grammi di cocaina e 4 panetti di “fumo”; in casa sono stati trovati 10 mila euro in contanti e le buste in plastica del tutto identiche a quelle usate per cedere la droga ai due giovani. 

I 3 pusher, al termine degli accertamenti, sono stati arrestati dagli gli investigatori del commissariato Viminale, diretto da Mauro Baroni, e posti a disposizione della Magistratura.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento