menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lavori in corso in via Nizza

Lavori in corso in via Nizza

Via Nizza, lavori in corso da luglio: caos e rabbia dei residenti

La strada è sbarrata per un cantiere partito all'inizio dell'estate. I residenti: "Non ne possiamo più". Forse entro oggi la risistemazione del manto stradale

"I primi cartelli dicevano che entro il 31 agosto il cantiere sarebbe stato chiuso, invece si sono affrontati i lavori di una strada vitale per il collegamento della periferia al centro come quelli di un qualsiasi viottolo di campagna", dice con amarezza un anziano residente. La situazione in via Nizza è ancora in standby: la strada è chiusa al traffico dai primi giorni di luglio per lavori di sostituzione delle tubature in ghisa dell'Italgas e per i conseguenti allacci ai singoli condomini.

Come documentato dalle foto, mezzi pesanti e operai sono all'opera da ieri per rifare il manto stradale con diversi strati di catrame. "L'Italgas ha fatto il suo. Entro stasera i lavori saranno conclusi e la strada sarà riaperta", afferma un operaio forse "troppo fiducioso". Intanto, però, la pazienza dei residenti si sta esaurendo, anche perché "con gli sbarramenti che chiudono l'accesso alle automobili da quasi quattro mesi, abbiamo riscontrato anche un calo delle vendite", lamenta un esercente. Alcuni motociclisti impavidi (o, forse, stanchi di dover allungare il percorso verso il posto di lavoro o verso casa) attraversano lo stesso la carreggiata, malgrado i cartelli di divieto di transito e attirandosi così le imprecazioni dell'operaio che sta "rullando" lo strato di bitume appena steso.

Il cantiere in perenne apertura provoca problemi all'intero comprensorio, con peggioramento della circolazione in via e piazza Alessandria e in tutta l'area adiacente. Si tratta, com'è noto, di una zona densamente trafficata e le difficoltà di transito aumentano sia per gli automobilisti privati che per i passeggeri dei mezzi pubblici: attraversando via Nizza dalle perpendicolari via Mantova e via Reggio Emilia è impossibile non sobbalzare per il fondo ancora sconnesso della strada, senza contare l'allungamento dei tempi di percorrenza degli autobus da viale Regina Margherita, via Po e via Salaria. Lungo il marciapiede, intanto, campeggia un cartello che vieta la sosta: "Si prega non sostare, dal 20/10 a fine lavori". Finirà davvero, prima o poi, il calvario dei residenti?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento