Cronaca Centro Storico

Morto il compagno Vezio: gestiva lo storico “bar del Pci”

Vezio Bagazzini è morto questa notte all'ospedale San Camillo. Nel suo bar vicino via delle Botteghe Oscure è passata parte della storia del Partito Comunista

E' stata una parabola discendente la sua, come quella del Pci, a cui è sopravvissuto per un ventennio, fino a stanotte, momento in cui Vezio Bagazzini, il gestore dello storico bar  nei pressi di via delle Botteghe Oscure, si è spento.
Vezio, il compagno Vezio, da tutti conosciuto così, era malato da tempo ed è morto nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Camillo dove era ricoverato per un'infezione a una valvola cardiaca. Con lui se ne va una bandiera della sinistra italiana: nella sua latteria in via dei Delfini è sfilata una fetta importante della storia del Pci, che lui accoglieva e venerava. Il suo bar era diventato quasi un sacrario in cui Vezio aveva raccolto e stipato ninnoli, foto e ricordi del suo partito.

I suoi ultimi anni non sono stati semplici però: Vezio era stato lasciato solo. Il suo storico bar fu chiuso nel 2003 e lui si trasferì in via Tor di Nona, sempre in centro, ma non più accanto alla storica sede. Poi l'anno scorso, a novembre del 2010, Vezio ha dovuto chiudere anche quest'altro bar perché malato.

In tanti l'hanno ricordato, come Achille Occhetto, l'ultimo segretario del Pci, che da Vezio è passato tante volte: “Una persona cara a tutti noi. Il compagno Vezio  aveva seguito con partecipazione tutte le trasformazioni che ha avuto il Pci. Aveva una grande passione politica contraddistinta da una forte ironia e un notevole sarcasmo".
Anche Vannino Chiti ricorda Vezio: “"Il suo bar era un punto di riferimento per dirigenti e militanti del Pci, che da lui passavano non solo per un caffè o un panino, ma anche perché con lui parlavi volentieri di politica. Solo entrando nel locale con le bandiere esposte e le foto del passato potevi comprendere in un momento tutta la storia del partito e il lungo percorso che ci ha portato fino ad oggi".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto il compagno Vezio: gestiva lo storico “bar del Pci”

RomaToday è in caricamento