menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si cosparge di benzina e si dà fuoco: 15enne lotta tra la vita e le morte

Il padre, che ha tentato di salvare il figlio, è stato portato al Sant'Eugenio con ustioni agli arti inferiori e superiori 

Lotta tra la vita e la morte con ustioni sul 90% del corpo un ragazzo di 15 anni che, nella mattinata di venerdì 25 settembre, con un estremo gesto, si è cosparso di benzina e ha deciso di darsi fuoco. E' quanto accaduto a Velletri, comune dei Castelli Romani. 

A dare l'allarme sono stati i genitori del ragazzo che da anni vivono e lavoro nella cittadina alle porte di Roma. Il padre, operaio, mentre stava tornando a casa alle 8:30 del mattino per accompagnare il figlio a scuola ha notato del fumo provenire dal giardino di casa, quindi ha visto la macabra scena del suo ragazzo avvolto dalle fiamme. 

Il genitore non ha perso un attimo e con il proprio corpo ha tentato di spegnere le lingue di fuoco, ustionandosi mani e piedi. Nel frattempo la mamma del 15enne ha chiamato i soccorsi. Sul posto i vigili del fuoco e il 118 con un'ambulanza e un elisoccorso.

Il 15enne è stato trasportato al Gemelli di Roma in condizioni molto gravi. Ha riportato ustioni sul 90% del corpo e lotta tra la vita e la morte. Il padre, invece, è stato portato al Sant'Eugenio con ustioni agli arti inferiori e superiori. 

Sul luogo del drammatico gesto anche i carabinieri d Velletri che hanno iniziato le indagini per ricostruire i fatti. Il ragazzo, secondo quanto si è appreso, è uno studente da un buon rendimento scolastico. La famiglia, ben inserita nella comunità, lavora in zona e vive a Velletri.

Insomma, chi indaga al momento non esclude nessuna pista circa la motivazione che portato il 15enne a compiere la drammatica azione. I militari hanno sequestrato anche il cellulare del giovane. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento