Val Melaina, minorenni rapinati da banditi armati: nei guai uno studente e un suo amico

I carabinieri: "Non si esclude che il ricavato della rapina servisse ai due per acquistare la droga"

Hanno rapinato almeno tre sedicenni nella zona di Val Melaina, rubando così gli smartphone dei minorenni e facendo perdere le loro tracce. La loro fuga, tuttavia, non è durata molto: riconosciuti, sono finiti nei guai. Si tratta di due giovani romani: un 22enne, senza occupazione, e uno studente di 23 anni.

I carabinieri della Stazione Nuovo Salario li hanno identificati e denunciati a piede libero con l'accusa di rapina aggravata in concorso. Qualche ora prima, i due avevano avvicinato il gruppetto di tre amici in via Vecchiano e, armati di coltello, si erano fatti consegnare i loro smartphone.

I militari, allertati dalle vittime, hanno ricostruito la dinamica dell'accaduto e acquisito la descrizione dei rapinatori, rintracciati in largo Gambassi, poco distante dal luogo del reato. I fermati, che sono stati anche riconosciuti dalle vittime, sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria. "Non si esclude che il ricavato della rapina servisse ai due per acquistare la droga", spiegano dall'Arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento