rotate-mobile
Cronaca

Usuraio schiaffeggia donna in strada pretendendo dei soldi, era appena uscito dal carcere

L'aggressione sotto gli occhi del figlio della vittima presa di mira a Primavalle

Aveva da poco finito di espiare una pena detentiva in carcere di 5 anni per i reati di usura ed estorsione. Ad accorgersi che un 62enne, romano, conosciuto in zona Primavalle come “Ceccopeppe” aveva ripreso la sua attività di usuraio, sono stati gli agenti del XIV Distretto Primavalle diretto da Tiziana Lorenzo. 

Dal racconto di alcuni testimoni i poliziotti sono riusciti ad accertare che a metà luglio circa, l’uomo aveva fermato una donna in strada pretendendo la restituzione di un prestito fattole.  Alle rimostranze della vittima il 62enne aveva iniziato a schiaffeggiarla minacciandola di morte insieme alla sua famiglia intimandole esplicitamente di restituire i soldi senza coinvolgere la polizia. 

Superando le sue iniziali paure la vittima, tuttavia, è riuscita a raccontare l’accaduto agli agenti dando il via a quella indagine - coordinata dalla Procura  della Repubblica di Roma - che ha permesso di sottoporre “Ceccopeppe” alla nuova misura.

Sulla base dei riscontri investigativi raccolti, infatti, il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso nei confronti del 62enne, indagato per usura, tentata estorsione e lesioni personali, un’ordinanza di applicazione della misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.  

L’ordinanza è stata eseguita dagli agenti nella giornata di giovedì 5 agosto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usuraio schiaffeggia donna in strada pretendendo dei soldi, era appena uscito dal carcere

RomaToday è in caricamento