Cronaca Nomentano / Via Giovanni Battista Morgagni

L'uomo col borsello è un maniaco: filmava le donne sotto le gonne alla metro Policlinico

La denuncia è partita da una ragazza che si è accorta del giochino. La pratica, spiegano alla Questura, si chiama 'upskirt e consiste nel riprendere le parti intime delle signore mentre camminano

Un uomo con il borsello, appostato alla metro Policlinico. Era pronto ad agire, per l'ennesima volta. Ieri gli agenti del commissariato Salario Parioli l'hanno fermato e controllato. L'obiettivo era proprio la sua borsa e il suo cellulare. All'interno hanno trovato numerose registrazioni che ritraevano le parti intime delle donne violate. Già noto alle forze di polizia per precedenti specifici, al 33enne è stato contestato il reato di molestie a sfondo sessuale e denunciato.

A far partire il 'blitz' è stata la denuncia sporta da una ragazza che si è accorta del “giochino” ed ha raccontato tutto alla Polizia.

La pratica si chiama “upskirt” e consiste nel riprendere le parti intime delle signore mentre camminano. Praticando un foro su una borsa infatti, facendolo combaciare perfettamente con la telecamera di un telefonino cellulare, il perverso di turno, sceglie la sue vittime in base all’abbigliamento e una volta riuscito ad avvicinarsi a loro, con uno stratagemma fa scivolare la borsa munita del congegno, ai loro piedi e inizia a registrare. I luoghi preferiti sono quasi sempre gli stessi. bar, metropolitane, supermercati, uffici postali e tutti quei posti dove è possibile incontrare persone in fila e quindi più facilmente “abbordabili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo col borsello è un maniaco: filmava le donne sotto le gonne alla metro Policlinico

RomaToday è in caricamento