La bufala di Forza Nuova: l'uomo con il tirapugni è un ambulante e non un poliziotto

Prima Roberto Fiore, poi il segretario regionale del partito di estrema destra, mettono in giro la richiesta di arresto di quello che loro ritengono essere un poliziotto. In realtà è una bufala: l'uomo con il tirapugni è un ambulante

"Chiedo l' arresto del poliziotto filmato con il tirapugni ed il rilascio di Castellino, gravemente ferito e ingiustamente arrestato". Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, a manifestazione (e guerriglia) dei tassisti ancora in corso, non ha dubbi e recapita a tutte le redazioni il suo pensiero. La foto che immortala un attivista di Forza Nuova a terra e un uomo con un tirapugni, mostra, secondo lui, un poliziotto. 

Una bufala che in pochi minuti fa il giro della rete, convincendo tutto l'universo ACAB (ultras di estrema destra, militanti politici fascisti e giovanissime leve dell'ultradesra) che quello è un poliziotto. Sui social, di bacheca in bacheca, la bufala diventa verità, tanto che la polizia nel tardo pomeriggio è costretta ad emettere una nota. 

"La Questura di Roma precisa che l’uomo con un tirapugni che appare in alcune fotografie, divulgate su diversi siti on line, è un venditore ambulante. Fermato dalle forze dell’ordine, l’uomo è stato identificato; ex militante di estrema destra, la sua posizione è al vaglio degli inquirenti".

Ma siccome ormai quello che dice una fonte ufficiale per chi vuole imporre il proprio pensiero non conta nulla, Forza Nuova insiste nella sua rappresentazione e con il suo segretario regionale, Massimo D'Angeli, verga una lunga nota stampa in cui racconta una verità che semplicemente non esiste. "Dai racconti e dalle testiminonianze che ci sono giunte,improvvisamente e senza alcuna motivazione un militante della sezione romana di Forza Nuova è stato aggredito e picchiato da un appartenente alle Forze di Polizia, che lo ha colpito con un "tirapugni" di fronte ai manifestanti e alla presenza di un collega che in nessun modo gli ha impedito di procedere".

D'Angeli è indignato per la bufala: "Soprattutto in qualita' di ex carabiniere, oltre che come segretario regionale di Forza Nuova Lazio-continua D'Angeli - sono indignato per questo abuso di potere scandaloso che non trova assolutamente giustificazione visto che si trattava di una manifestazione pacifica. Questa violenza gratuita offende chi svolge onestamente ed in maniera eccellente il proprio servizio nelle Forze armate. Il minimo che si possa fare per chiedere scusa a chi ha dovuto subire questo vero e proprio "tentato omicidio" e a chi ha dovuto assistere a questo episodio che non fa onore a nessuno, sono le  dimissioni immediate del Ministro degli Interni e del Comandante della Polizia".  

Ma chi è l'uomo con il tirapugni? Si tratta di un ambulante romano di 30 anni, definito  ex simpatizzante di CasaPound e tifoso della Lazio. L'uomo è stato fermato e poi rilasciato, con una denuncia a piede libero e un probabile Daspo in arrivo. Nessun poliziotto quindi, nessun tentato omicidio, nessuno da arrestare: solo una bufala fascista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento