menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tivoli: litiga con la compagna, si chiude in casa con la figlia e si impicca

A scoprire la scena sono stati i poliziotti, allertati dalla compagna dell'uomo. La piccola era in lacrime davanti al corpo penzolante dal soffitto

Tragedia familiare a Tivoli. Un uomo di 52 anni si è ucciso, impiccandosi, nel suo appartamento davanti alla figlioletta di due anni. L'uomo aveva litigato poco prima con la sua compagna e dopo averle strappato la piccola si è chiuso nel suo appartamento.

La donna in lacrime e molto preoccupata ha allertato la polizia. Più volte gli agenti lo hanno invitato a lasciare la bimba ma lui, agitato, l'ha mostrata da una finestra per poi rinchiudersi in casa. Sentendo le urla strazianti della piccola i poliziotti hanno deciso di intervenire, e dopo aver sistemato una scala alla parete, attraverso una finestra si sono introdotti nell'appartamento.

Da brividi la scena presentatasi davanti agli occhi degli agenti: la bimba in lacrime, e il copro del padre che penzolava da una trave del solaio, La mamma e la bambina sono state visitate all'ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli, dove i medici hanno ritenuto opportuno ricoverare in osservazione la bimba a causa del trauma psicologico subito. La madre è stata medicata per una la ferita sul capo, causata da una bastonata infertale dal convivente durante la lite che ha preceduto la tragedia.

La donna ha raccontato che più volte il suo compagno aveva trattato in maniera violenta lei e la piccola.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento