rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca Monteverde / Via Raffaele Balestra

Il terrore del condominio: danneggia il citofono e lancia bottiglie contro la palazzina

Il 31enne si è poi scagliato contro gli agenti intervenuti a Monteverde

Era divenuto il terrore di un condominio di Monteverde. 31 anni, nato in Marocco, l'uomo aveva preso di mira una palazzina di via Raffaele Balestra distruggendo il citofono e lanciando sassi e pietre contro l'immobile. Un incubo che aveva preso forma la sera dello scorso 13 di agosto quando il giovane maghrebino si era presentato al civico 44 della strada del Municipio XII prendendo di mira il citofono per cause ancora in via di accertamento. 

Da qui la prima segnalazione al 112 di un uomo che dopo aver distrutto il citofono e lanciato sassi contro la palazzina aveva cominciato ad urlare in strada nel cuore della notte. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia ma dell'esagitato nessuna traccia. Raccolta la denuncia gli investigatori dei Distretti Monteverde e San Paolo di polizia hanno cominciato le indagini. 

La sera del 16 agosto l'uomo si è ripresentato sul luogo del delitto e, dopo aver provato a danneggiare un'altra volta il citofono, è riuscito ad entrare nel condominio urlando. Da qui la chiamata al 112 con l'arrivo sul posto delle Volanti che hanno fermato il 31enne mentre era ancora all'interno della palazzina di via Balestra 44. 

Colto sul fatto il giovane nordafricano si è opposto all'arresto colpendo un agente e lanciando verso gli altri poliziotti una vecchia valigia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il terrore del condominio: danneggia il citofono e lancia bottiglie contro la palazzina

RomaToday è in caricamento