rotate-mobile
Cronaca

Ucraina-Inghilterra, check point vicino l'Olimpico e caccia a chi non rispetta norme anti Covid

Secondo i tabloid inglesi sarebbero in arrivo nella Capitale centinaia di supporter della nazionale dei Tre Leoni senza biglietto

La zona dell'Olimpico sarà sorvegliata speciale. Ma il focus delle forze dell'ordine sarà alto anche nelle aree della movida dove ci sono i pub e i maxi schermi delle fan zone che, per sabato, potrebbero anche essere a numero ancora più chiuso. Sale la tensione per Ucraina-Inghilterra che si giocherà domani a Roma, con la questione dei tifosi inglesi che, causa variante Delta, non avranno accesso allo stadio se residenti e provenienti dal Regno Unito dopo l'annullamento dei biglietti dalla mezzanotte di domenica scorsa comunicato ieri dalla Uefa. 

La stretta sarà soprattutto per eventuali tifosi inglesi provenienti dal Regno Unito, attraverso triangolazioni di voli per aggirare i divieti. Per quanto riguarda loro verrà verificata se la presenza in Italia sia da almeno 5 giorni e aver così ultimato il periodo di quarantena così come imposto dall'ordinanza del Ministro Roberto Speranza del 18 giugno.

Secondo alcuni tabloid britannici, si parla di centinaia di ultrà che saranno comunque presenti nel centro di Roma. Oggi alle 12 nel tavolo tecnico in Questura, presieduto dal questore Mario Della Cioppa, si definiranno le strategie messe a punto il piano di sicurezza e anti-assembramento. "Prevederemo dei check point nelle vie di accesso maggiori verso lo stadio per intercettare e controllare le tifoserie straniere e verificare se hanno violato gli obblighi di quarantena. Se così fosse, saranno sanzionati e riportati nei luoghi dove devono rimanere in isolamento per i giorni previsti. I controlli saranno ancora più stringenti in tal senso, a prescindere da ulteriori eventuali provvedimenti che saranno adottati su eventuali limitazioni alla mobilità dei tifosi", ha anticipato in un'intervista all'Adnkronos il Questore. "Analoghi controlli naturalmente, oltre che ai check point lontani dallo stadio, saranno effettuati anche all'accesso all'area riservata esterna dello stadio che, rispetto alle normali partite di campionato, è molto più ampia", aggiunge.

"Nelle tre precedenti partite degli Europei non abbiamo riscontrato situazioni del genere generate dalle tifoserie turche, svizzere e gallese. Da quando abbiamo avuto contezza di quali squadre partecipassero ai quarti di finale a Roma, abbiamo subito iniziato l'interlocuzione con la Uefa e la Figc per avere tutte le informazioni necessarie per calibrare i servizi di ordine pubblico e i relativi controlli", ha sottolineato Della Cioppa che poi ha concluso: "Ogni evento sportivo di queste dimensioni comporta un'attentissima valutazione sui dispositivi di ordine pubblico finalizzati a realizzare una cornice di sicurezza all'altezza della situazione. Abbiamo già avuto tre importanti partite di europei e tutto è filato liscio. Sarà così anche per questa partita".

Oltre la zona dell'Olimpico, come già analizzato e deciso dal prefetto Matteo Piantedosi ci sarà massima attenzione anche a Fontana di Trevi, piazza Navona, piazza di Spagna, Campo de' Fiori, in alcune piazze di Trastevere, San Lorenzo, Pigneto, Ponte Milvio, piazza Bologna, Eur. I controlli saranno intensificati in tutto il centro, anche per verificare la posizione di chi è appena arrivato a Roma, sia dal punto di vista sanitario. Particolare anche ai pub di solito frequentati da inglesi a Roma, come quelli in corso Vittorio Emanuele, via Cavour e Ponte Milvio, ma anche agli hotel che sempre da oggi ospitano le due nazionali, quella ucraina al quartiere Pinciano, e quella inglese nella zona di Villa Pamphilj. Da oggi, inoltre, iniziano le bonifiche attorno allo stadio. Roma è pronta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina-Inghilterra, check point vicino l'Olimpico e caccia a chi non rispetta norme anti Covid

RomaToday è in caricamento