Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Cittadino tunisino espulso, il Viminale: "Voleva attentato a Roma"

L'uomo, 30 anni, dopo la scarcerazione è stato rimpatriato a Tunisi

“Ha dato evidenti segni di radicalizzazione religiosa, esprimendo compiacimento per l’attentato al mercatino di Natale a Berlino nel dicembre del 2016 e asserendo che avrebbe voluto compiere un’analoga azione terroristica a Roma”. Con queste motivazioni il Viminale ha spiegato l’espulsione dall’Italia di un cittadino di origini tunisine.

L’uomo, 30 anni, era detenuto presso il carcere di Vicenza per aver commesso piccoli reati e qui veniva monitorato dalle autorità. Dopo la scarcerazione avvenuta nella giornata di giovedì 8 novembre, l’uomo è stato rimpatriato a Tunisi. Sale a 347 il numero di espulsioni eseguite dal gennaio 2015 ad oggi, di cui 110 nel 2018. Nel 2017 i rimpatri per motivi di sicurezza dello Stato sono stati 105.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadino tunisino espulso, il Viminale: "Voleva attentato a Roma"

RomaToday è in caricamento