rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Rocca di Papa

Le fedi non bastano, 87enne accompagnata alla posta dai truffatori per prelevare 3mila euro

L'anziana raggirata con la truffa del nipote in difficoltà

Le avevano già rubato oro ed anche le fedi nuziali, ma volevano anche il denaro contante. Per questo una coppia di truffatori, dopo aver raggirato un'anziana signora con la tecnica del finto incidente al nipote, l'ha accompagnata all'ufficio postale per prelevare i soldi. In attesa davanti gli uffici dove l'87enne era andata a ritirare il denaro i due truffatori sono però stati notati dai carabinieri, che li hanno poi arrestati ricostruendo l'accaduto. L'ennesimo tentativo di truffa agli anziani a Rocca di Papa, comune dei Castelli Romani. A finire in manette due uomini di 23 e 35 anni, entrambi campani e con precedenti, gravemente indiziati di truffa aggravata in concorso.

Gli indagati sono stati fermati dai militari della stazione di Rocca di Papa nell’ambito di un servizio di controllo del territorio creato ad hoc per questo genere di reato, attività che prevede una particolare sensibilità e attenzione da parte dei militari impiegati nell’individuazione di veicoli ritenuti sospetti. Una delle pattuglie ha notato l’auto con a bordo i truffatori, con motore acceso, nei pressi di un ufficio postale della zona ed è immediatamente scattato il controllo. 

I loro precedenti specifici hanno indotto i militari ad approfondire le verifiche, trovandoli in possesso di vari gioielli. Poco dopo l’intervento dei militari, dalla filiale delle Poste Italiane è uscita una signora di 87 anni che aveva appena prelevato 3.000 euro in contanti, somma che, a dire dell’anziana, stava per consegnare ai due indagati per risolvere un grave problema avuto dal nipote, nella realtà inesistente. Anche i gioielli rinvenuti sono risultati di proprietà dell’anziana signora.

La vittima, in un primo momento spaesata, è stata accompagnata in caserma per formalizzare la denuncia e lì i carabinieri le hanno spiegato in quale trappola era caduta.

Gli uomini dell'arma hanno restituito l’intera refurtiva alla donna , la quale, visibilmente commossa, li ha ringraziati più volte per il loro provvidenziale intervento. L’attività dei militari, di fatto, ha evitato che l’87enne perdesse per sempre, oltre a un’importante parte dei suoi risparmi, anche gli oggetti preziosi – tra cui le fedi delle sue nozze – dall’inestimabile valore affettivo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le fedi non bastano, 87enne accompagnata alla posta dai truffatori per prelevare 3mila euro

RomaToday è in caricamento