rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Pomezia

Truffa dello specchietto e minacce di morte: così ha estorto 200 euro ad anziano

In manette un 56enne. I Carabinieri transitando nell'area commerciale di Santa Palomba hanno notato un 73enne di Pomezia in compagnia dell'impostore nelle vicinanze di uno sportello ATM Bancomat

Prima la truffa dello specchietto, poi le minacce di morte per estorcere 200 euro ad un anziano. I Carabinieri della Stazione di Roma Divino Amore hanno arrestato un 56enne con precedenti che, dopo aver inscenato la truffa nei confronti di un 73enne di Pomezia, nel tentativo di farsi consegnare la somma, a parziale rimborso del fantomatico danno subito.

I Carabinieri, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione di reati contro il patrimonio, transitando nell'area commerciale di Santa Palomba hanno notato l'anziano signore in compagnia dell’impostore, già noto alle forze dell’ordine, nelle vicinanze di uno sportello ATM Bancomat.

Insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, i militari hanno deciso di approfondire la vicenda. Si è così scoperto che in virtù di un fantomatico incidente, il 56enne aveva poco prima chiesto il denaro all'anziano, minacciandolo di morte e obbligandolo ad andare a prelevare i sodi che non aveva dietro.

Il 56enne, arrestato per tentata estorsione, è stato tradotto agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dello specchietto e minacce di morte: così ha estorto 200 euro ad anziano

RomaToday è in caricamento