Cronaca

La truffa del pacco di Natale: finti corrieri chiedono soldi in cambio di scatole vuote

Mentre proseguono gli incontri per fare prevenzione, organizzati dai Carabinieri presso centri anziani e parrocchie, molte sono le segnalazioni che raccontano di vittime avvicinate in strada per tentativi di truffe

Finti corrieri in azione per derubare anziani durante il periodo di Natale: è la truffa del pacco fantasma. Con l'arrivo delle feste di dicembre sono già stati segnalati alcuni casi di falsi corrieri che consegnano scatole vuote chiedendo un pagamento in denaro. Le vittime di queste truffe sono soprattutto gli anziani.

Come funziona la truffa del finto corriere

Il falso corriere solitamente contatta telefonicamente una persona e, con la scusa di doverle consegnare un pacco, chiede per il ritiro in cambio di una somma di denaro. I pacchi però sono vuoti. Spesso quando ci si accorge del raggiro è però troppo tardi. 

I carabinieri anche quest'anno hanno quindi avuto il mandato di svolgere un'attività di monitoraggio nei quartieri mediante un lavoro porta a porta, per individuare le situazioni sensibili che richiedano un intervento.

La truffa del finto Babbo Natale

Tre le truffe natalizie più comuni c'è pure quella del finto Babbo Natale che si dice mandato dalla parrocchia di quartiere per raccogliere offerte con fasulli volontari di associazioni inesistenti che tentano di entrare in casa per derubare la malcapitata vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa del pacco di Natale: finti corrieri chiedono soldi in cambio di scatole vuote

RomaToday è in caricamento