Finto sacerdote prova a truffare un prete per un amico bisognoso, ecco come lo hanno incastrato

A smascherare il finto religioso un indirizzo, poi risultato essere la sede dei carabinieri di Roma Piazza Dante

Immagine di repertorio

Un truffatore di 43 anni, di origini siciliane ma residente nella provincia di Cuneo è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante, grazie alla segnalazione di un sacerdote romano che per l’occasione ha vestito i panni del “Don Matteo” della seguitissima fiction televisiva.

La truffa del finto sacerdote

Il sacerdote, nei giorni scorsi, aveva ricevuto la telefonata di una persona che si è presentata come tale Don Gabriele, sacerdote di Milano. Il fantomatico prete, per venire incontro alle esigenze di un suo caro amico bisognoso, ha chiesto al “collega” di anticipare per suo conto circa 700 euro che sarebbero serviti al conoscente quale caparra da versare cash per avviare il contratto di locazione di un appartamento di via Tasso.

L'indirizzo della caserma dei carabinieri

Il sacerdote ha dato la sua disponibilità ma ci ha voluto vedere chiaro. E così si è portato presso l’indirizzo indicato dell’appartamento in questione, scoprendo che al civico indicato dal truffatore è ubicata la caserma dei Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incastrato in piazza San Giovanni 

A quel punto il sacerdote vero ha avuto conferma dei suoi dubbi ed ha avvisato i Carabinieri. E’ stato così predisposto un servizio di appostamento nei pressi di piazza San Giovanni, punto in cui il collaboratore del fantomatico Don Gabriele avrebbe dovuto ritirare il denaro. A consegna avvenuta, i Carabinieri hanno arrestato il malvivente, che, si è scoperto, ha decine di pagine di precedenti analoghi, sarebbe l’autore anche di un’altra truffa messa a segno lo scorso mese ai danni di alcune suore del ravennate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento