Cronaca

La truffa del finto malore: così ha rubato la moto ad un 16enne

L'aggressione a danno di un 16enne nel territorio di Valmontone. Il furto sventato dai carabinieri

"Ho bisogno di aiuto", questa la trappola con la quale un malvivente ha fermato, ingannandolo con un'accorata richiesta di aiuto, un giovane centauro, poi scarevanto giù dalla moto e colpito a calci e pugni nel tentativo di derubarlo del mezzo a due ruote. 

E’ la brutta avventura vissuta la notte scorsa da un 16enne di Valmontone: il ragazzo non è rimasto indifferente alla richiesta di aiuto di quello sconosciuto - un cittadino albanese di 30 anni, incensurato – ed ha accostato la sua moto 125cc per soccorrerlo.

Per tutta risposta, l’uomo, in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di alcool, lo ha aggredito per portargli via il motociclo. 

Il tempestivo l’intervento dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro, attivati da alcuni passanti, ha permesso di fermare il 30enne e di soccorrere la vittima che, portato al pronto soccorso dell’ospedale di Colleferro, ha ricevuto le cure per varie escoriazioni riportate alla testa e al collo.

Ricostruito l’accaduto, il 30enne è stato arrestato e portato nel carcere di Velletri, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa del finto malore: così ha rubato la moto ad un 16enne

RomaToday è in caricamento