menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"Se arriva la finanza l'arrestano": così il finto militare ha truffato un'anziana. Il racconto della vittima

Il racconto della signora Alba, truffata da un uomo nella sua abitazione di Colli Aniene: "Era ben vestito ed aveva un tesserino con la sua foto"

Ben vestito con giacca e cravatta, una camicia grigia, una borsa di pelle ed un finto tesserino della Guardia di Finanza con una foto in divisa ed un falso nome "Dottor Ricci". Questo l'armamentario con il quale un truffatore è riuscito ad entrare in casa di una donna di 80 anni, si è fatto consegnare circa 10mila euro ed è poi sparito. Il raggiro è accaduto nella mattinata di mercoledì 18 settembre a Colli Aniene, vittima la signora Alba, 80 anni, che racconta a RomaToday come il finto militare sia riuscito a far perdere le proprie tracce con il suo denaro. 

I fatti hanno preso corpo intorno alle 12:00 di mercoledì mattina in via Amedeo Sommovigo. "Stavo rientrando a casa con le borse della spesa - ricorda la signora Alba -. Davanti al cancello di casa ho trovato questo uomo ben vestito che controllava i citofoni. Quando mi ha visto mi ha avvicinata, mi ha mostrato un tesserino con la sua foto in divisa e mi ha detto se ero cliente di una banca di zona".

L'istituto bancario è lo stesso dove ha il conto l'anziana vittima. Continua così il raggiro dell'uomo: "Mi ha detto che era  successa una cosa gravissima con la mia banca - prosegue nel suo racconto l'80enne - e praticamente si è infilato nell'ascensore con me raccontando di dover fare delle verifiche in tutte le case della mia palazzina". 

La signora Alba entra in casa con il finto finanziere e questi prosegue la sua pantomima: "Abbiamo saputo che nella sua banca ci sono due truffatori che hanno spacciato del denaro falso. Se mi consegna il denaro che ha in casa lo controllo con il laser, lo faccio per lei - ricorda ancora la vittima -. Arriveranno altri colleghi a cercare questo denaro e faranno una perquisizione, se glielo trovano la portano in galera". 

La signora è oramai frastornata e le consegna circa 10mila euro che "avevamo in casa per ristrutturare il bagno". Il fantomatico "dottor Ricci" inizia a controllare le banconote: "Questa è falsa, anche questa", le parole dell'uomo mentre faceva finta di verificare il denaro falso. 

Oramai vittima della situazione la signora prova a riprendere il denaro dalle mani dell'uomo ma il finto militare ha una strana reazione: "Si è arrabbiato tantissimo, mi ha detto che lo stavo offendendo, che era qui per aiutarmi e che se non mi fidavo di lei sarei finita in galera". A questo punto l'uomo mette il denaro nella borsa e scende in strada "per controllare il denaro con il laser". 

"Poi mi sono affacciata al balcone ma non l'ho più visto. Ho cominciato ad urlare ed a chiedere aiuto ed è subito arrivato l'amministratore di condominio, il dottor Cerone". Poi la chiamata al 112 e l'arrivo della Polizia che ha constatato l'avvenuto raggiro. "Sono stata una allocca - conclude la signora -. Mi auguro che raccontando la mia esperienza non ci siano altre vittime". 

Di età compresa fra i 45 ed i 50 anni, il finto finanziere "aveva i capelli brizzolati, era abbronzato e parlava un perfetto italiano senza cadenze dialettali"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento