"Suo figlio è finito in carcere", si finge poliziotta e chiede 7mila euro ad un'anziana

Il tentativo di raggiro a danno di una donna residente a San Lorenzo. In manette una finta appartenente alle forze dell'ordine di 57 anni

Pensava di farla franca quando, entrata a casa della vittima, una donna di 84 anni residente a San Lorenzo, si è spacciata per appartenente alle Forze dell’Ordine e l’ha informata dell’arresto del proprio figlio. Poi, con la scusa di dover assumere un avvocato che lo facesse rilasciare, ha chiesto 7 mila euro, somma che la donna non aveva in casa. A quel punto la malvivente, era disposta ad accettare anche oggetti in oro. A tentare la cossidetta "truffa del figlio finito in carcere" una donna italiana di 57 anni, poi arrestata dai poliziotti, quelli veri. 

La truffa del figlio finito in carcere

Una truffa collaudata quella che ha provato a mettere a segno la finta poliziotta. Dopo aver dato la brutta notizia alla vittima, nel frattempo giungeva una telefonata a casa dell’anziana e, dall’altra parte l’interlocutore, spacciandosi per avvocato, le confermava l’arresto del figlio dicendole che a breve sarebbe stato condotto in carcere. Poi la finta conferma dell'arresto, con un altro falso operatore di polizia che, con lo stesso timbro di voce del fantomatico avvocato, le confermava quanto accaduto.

Truffatrice arrestata a San Lorenzo 

Convinta ormai a consegnare tutti i suoi averi è andata in camera da letto per prendere gli oggetti in oro ma, quando è tornata dalla donna ha visto che questa frettolosamente era uscita di casa, probabilmente disturbata da alcuni rumori provenienti dal piano inferiore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagini sui complici della truffatrice 

Fuggita dallo stabile, è stata bloccata dagli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti, chiamati da un condomino che insospettito, aveva telefonato al 112. Cinquntasette anni, di origine campana, è stata accompagnata negli uffici di Polizia dove è stata arrestata per tentata truffa aggravata in concorso con persona al momento ignota. Proseguono le indagini per il rintraccio dei complici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento