rotate-mobile
Cronaca

Il falso incidente e la truffa dello specchietto: così hanno costretto anziano a prelevare 500 euro

I truffatori sono stati bloccati. I due, con numerosi precedenti di polizia a loro carico, sono stati associati presso il carcere di Velletri in attesa di giudizio

E' stato costretto a pagare 500 euro per un incidente mai verificato e minacciato di morte se si fosse rivolto alle forze dell'ordine. E' successo a Ciampino ad un anziano signore vittima della truffa dello specchietto. L'uomo, ritenuto falsamente responsabile dai due truffatori di un incidente alla loro vettura, dopo il finto sinistro si è visto costretto ad effettuare, sotto la minaccia di un coltello a serramanico, un prelievo di 500 euro.

A raccogliere la denuncia del malcapitato, sono stati gli agenti del Commissariato Marino che hanno immediatamente indagato riuscendo a identificare i responsabili rispettivamente nei quartieri di Tor Bella Monaca e a Dragoncello.

Esibite alla vittima le foto delle persone identificate e riconosciuti dallo stesso come i responsabili della truffa ed estorsione subita, i due sono stati arrestati in concorso per estorsione, minacce aggravate, truffa e ingiustificato possesso di armi atte ad offendere.

Sequestrata, già con le targhe sostituite, la macchina utilizzata per commettere il reato, nonché il coltello a serramanico. I due, con numerosi precedenti di polizia a loro carico, sono stati associati presso il carcere di Velletri in attesa di giudizio. Proseguono le indagini alla ricerca di altre vittime. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il falso incidente e la truffa dello specchietto: così hanno costretto anziano a prelevare 500 euro

RomaToday è in caricamento